Bugo: “Morgan dovrebbe vergognarsi. Mia la mossa vincente”  

Bugo-Morgan, ritorna la querelle tra le parti. Il cantante piemontese, intervistato da FQMagazine, è tornato sul caos di Sanremo e di tutte le conseguenze positive e negative.

Bugo lascia il palco di Sanremo
(Foto: Getty)

BugoMorgan, nuova puntata tra i due. Il primo, intervistato da FQ Magazine, è infatti tornato nuovamente sul quanto accaduto a Sanremo. “Sto bene. Comincio a star bene, è passato un po’ di tempo e penso alla musica”, ha premesso il 46enne piemontese.

Il brano ‘Sincero’, nel frattempo, va alla grande: “Io do sempre il massimo, ‘Cristian Bugatti’ è un disco che ho pensato per un anno e mezzo e poi con la notizia che avrei fatto Sanremo la posta era già alta. Così ho messo insieme una squadra forte e abbiamo lavorato sodo per avere in mano un grande album”.

Ma Bugo ci ti tiene a sottolineare anche i reali meriti di questo exploit: “L’evento scatenante, la faccenda del litigio con Morgan, mi ha fatto diventare il personaggio del momento e ha portato a un aumento delle vendite, ne siamo contenti, per carità. Ma la verità è che il singolo continua ad andare bene perché è forte, cammina con le sue gambe. Lo manda Radio Deejay, lo mandano RTL 102.5, Radio Italia… il disco è stato al numero uno la scorsa settimana. Il video ha buone views. Sono contento”. 

Così come evidenzia che il caos sanremese non è stato assolutamente una colpo di fortuna: “Non è stato un colpo di cu**. La mossa vincente è stata la mia uscita dal palco, non la pagliacciata di Morgan che ha creato un momento critico inutilmente. Ed è stato proprio un mio gesto dettato dall’istinto, non c’era nulla di preparato a tavolino come qualcuno ha insinuato, figuriamoci”.

Potrebbe interessarti anche —-> Jennifer Garner eletta donna più bella del 2019, ma lei non ci crede!

Da lì la bordata all’ex compagno di squadra: La cosa ridicola è che Morgan dice di avermi creato. Dovrebbe vergognarsi e nascondersi. Morgan lo reputavo intelligente, un amico, e sa benissimo che l’ho invitato io al festival e lui ha cantato la mia canzone, l’ho scritta io ed era già pronta. Lui è venuto sulla mia barca, la carnevalata l’ha fatta lui. Il suo modo di comportarsi dovrebbe raccontare già tutto della sua serietà. Io rifarei tutto, non rinnego nulla, non mi sono comportato male. Poi tutto questo ha fatto parlare di me, ma non è stato un colpo di culo, ripeto, è una mossa che ho fatto io”.