Crociera nei Caraibi, Coronavirus: nave italiana respinta da due porti

Crociera nei Caraibi, Coronavirus: nave italiana respinta da due porti per il timore di contagi

Nave crociera Caraibi
Crociera nei Caraibi, Coronavirus: nave italiana respinta in due porti (Foto: Getty)

Dopo il caso più eclatante della Diamond Princess, un’altra nave da crociera torna a fare notizie per il Coronavirus. Questa volta però non si tratta di acque asiatiche, bensì di Caraibi, esattamente dall’altra parte del mondo. A spaventare non sono più i cittadini cinesi ma gli italiani, visti come portatori attivi del COVID-19. Un’imbarcazione da crociera del nostro Paese, infatti, è stata respinta in due porti del Centro America. Secondo quanto riportato dal New York Times, la MSC stava percorrendo la tratta tra Miami e la Giamaica. Martedì mattina la nave era arrivata a Ocho Rios, nella terra di Bob Marley, quando ha dovuto fare i conti con il divieto di sbarco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, 12 vittime in Italia, 424 casi: primo contagio in Abruzzo – DIRETTA

Crociera nei Caraibi, Coronavirus: nave italiana respinta da due porti

MSC Caraibi
Crociera nei Caraibi, Coronavirus: nave italiana respinta in due porti (Foto: Getty)

Prima di essere respinta in Giamaica, la MSC crociere era stata rispedita al mittente anche alle Isole Cayman. Il motivo è legato all’influenza di un membro dell’equipaggio che ha fatto pensare ad un possibile caso di COVID-19. A bordo ci sono oltre 4.500 passeggeri e 1.600 membri dell’equipaggio. La compagnia ha diramato una nota dove sottolinea che: “Non è stato riscontrato nessun caso di Coronavirus a bordo. Le autorità giamaicane hanno ritardato di molte ore la decisione di autorizzare lo sbarco, costringendoci a cambiare piano“. La nave si è quindi diretta a Cozumel in Messico.

Il membro dell’equipaggio a cui è stata diagnosticata una semplice influenza, è in condizioni stabili, riceve trattamenti e farmaci antivirali ed è ora privo di febbre ed è quasi guarito”, proseguono dall’ufficio stampa MSC. In più si aggiunge che nessun altro componente a bordo ha manifestato problemi di salute. Tutto questo arriva a testimoniare la psicosi internazionale legata agli ultimi aggiornamenti provenienti dall’Italia. Nonostante fosse stato garantito lo screening al momento dell’imbarco di tutti i passeggeri, i paesi caraibici non si sono fidati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Abruzzo, primo caso di Coronavirus accertato: altra Regione coinvolta