CONDIVIDI

Bimba che rideva per le bombe, arriva una fantastica notizia dalla Siria. Arriva un regalo speciale per la piccola e la sua famiglia. 

Bimba che rideva per le bombe
Bimba che rideva per le bombe

Una bimba che rideva per le bombe che cadevano in città, su un gioco del papà in stile ‘La vita è bella’ di Roberto Benigni, ha presto conquistato il web qualche settimana fa. Immagini emozionanti che hanno fatto il giro del mondo per la dolcezza e al contempo la drammaticità di quei momenti.

Bimba che ride per le bombe

Bimba che rideva per le bombe, nuova vita in Turchia

E’ successo in Siria, dove la guerra civile continua ininterrotta da quasi un decennio. Il padre della piccola, per non farla spaventare, ha simulato un gioco dove i rumori provenienti dall’esterno fossero nient’altro che uno scherzo. I missili erano fuochi d’artificio e le bombe erano petardi tipo Capodanno, ai quali bisognava rispondere con una risata.

E la bambina eseguiva con una risata che riempiva il cuore, nonostante all’esterno in realtà si stesse consumando l’inferno. Settimane dopo quelle immagini toccanti, è arrivata una fantastica notizia per la famiglia: è stata tutta accolta in Turchia, dove hanno avuto accesso come profughi nella provincia frontaliera di Hatay.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, primi casi in Danimarca, Estonia e Romania

Una nuova vita, quindi, per la piccola Selva. La quale dovrebbe essere senza guerra e senza conflitti. “Spero che la guerra in Siria finisca presto e che io possa tornare”, ha detto Abdullah Mohammed, padre della bambina, all’agenzia statale turca Anadolu. L’uomo, ovviamente, ha rivolto ringraziato infinitamente il governo di Ankara denunciando però anche il dramma che si sta consumando nel suo Paese.