Coronavirus, treno bloccato al Brennero: l’Austria sospende il traffico

Coronavirus, treno bloccato alla frontiera tra Italia e Austria al valico del Brennero. Due casi sospetti, ma non accertati, e per 300 passeggeri è stallo.

Coronavirus Eurostar bloccato Italia Austria
Coronavirus, Eurostar bloccato al confine tra Italia e Austria (da Pixabay)

Coronavirus, treno bloccato al Brennero, proprio in prossimità della frontiera tra Italia e Austria. Un Eurocity, dopo essere transitato in Veneto, ora è fermo al confine. Tutti è cominciato quando il capotreno, come riferisce la stampa austriaca, ha segnalato il caso di due donne sospette a bordo. Si tratterebbe di turiste tedesche salite in una stazione italiana.

Le due donne sono state fatte scendere a Verona per accertamenti. I primi esami hanno escluso che possano avere contratto il Coronavirus e la notoizia è stata già comunicata anche alle autorità austriache. I poliziotti di frontiera però almeno per ora sono irremovibili. Il treno e i suoi 300 passeggeri sono bloccati al confine tra i due Paesi, almeno fino a quando non saranno completati i controlli

Solo il primo segnale di un fenomeno che potrebbe allargarsi nei prossimi giorni. A che se l’Italia non è il primo Paese europeo colpito dal Coronavirus, rischia seriamente di rimanere isolata dal resto del’Europa, almeno quella confinante. Intanto l’Austria negli ultuimi mimnuti ha annunciato l’interruzione totale del traffico ferroviario con l’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, scuole e chiese chiuse per evitare contagi: la situazione

Italia isolata, anche Marine Le Pen chiede più controlli ai confini francesi

coronavirus Salvini Le Pen
Matteo Salvini dà ragione a Marine Le Pen (Getty)

Il blocco dell’Eurocity tra Italia e Austria arriva infatti a poche ore dalle parole per nulla rassicuranti di Marine Le Pen. la leader del Front National in Francia ha chiesto espressamente che vengano aumentati i controlli alle frontiere con il nostro Paese: “Preferisco che il governo faccia di più o troppo che non abbastanza. E al momento non ha fatto abbastanza, visto che consente i voli dalla Cina”.

Una posizione che trova concorde Matteo Salvini. Oggi ha ricordato che lui già il 31 gennaio aveva chidesto che l’Italia controllasse attentamente chi faceva rientro dalla Cina. Ma allpora l’avevano accusato di essere uno sciacallo e di volerci solo marciare sopra. Adesso però l’Italia deve limitare i danni e si trova coinvolta come invece non sarebbe stato con qualche accorgimentoi in più.

Quelli che sta adottando ad esempio la Romania, altro Paese dell’UE, nei confronti dell’Italia. Il governo ha disposto la quarantena obbligatoria per tutte le persone che arrivano dalla Lombardia e dal Veneto. Ma anche quelli che nelle ultime due settimane sono stati in quelle regioni. Tutti i passeggeri sospetti all’aeroporto di Bucarest dovranno compilare un questionario e farsi assistere da personale medico specializzato. Solo al termine dei controlli verrà deciso come comportarsi e i casi sospetti saranno isolati dakl resti del gruppo.