Airbag killer, qualche consiglio quando siamo in auto con i bambini

Un neonato di due mesi ha perso la vita in un incidente stradale a causa dell’airbag dell’auto: qualche spunto utile per evitare tragedie simili con i bambini

Airbag bambini
Seggiolino auto (Getty Images)

Ieri, a Pisa, intorno alle 22 e 30 è morto un bambino di due mesi che è rimasto coinvolto in un incidente stradale tra due vetture. Secondo una prima ricostruzione svolta dagli inquirenti, il neonato era in macchina insieme alla famiglia ed era seduto nel posto passeggero accanto al guidatore. Dopo lo scontro, l’airbag dell’auto si è attivato automaticamente tramortendo il piccolo. I traumi riportati infatti si sono rivelati fatali. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio. Il bambino è stato trasportato d’urgenza in ospedale. Ma purtroppo le sue condizioni una volta arrivato erano già disperate. Secondo i medici che lo hanno operato, riportava un trauma toracico e cranico gravissimo. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tragico incidente sugli sci, Cristina Cesari non ce l’ha fatta

Consigli per la sicurezza dei bambini in auto: disinserire sempre l’airbag!

airbag bambini
Seggiolino auto (Getty Images)

Quello accaduto ieri non è l’unico incidente di un bambino che viene urtato mortalmente da un airbag. È importante dunque che i genitori siano consapevoli di questo pericolo e adottino le giuste contromisure. Il Codice della Strada stabilisce che fino a quando non raggiungono l’altezza di un metro e cinquanta, i bambini devono obbligatoriamente viaggiare sui seggiolini. 

Fino ai quindici mesi di età, il seggiolino va posizionato sul sedile posteriore, preferibilmente in senso contrario di marcia. Ma bisogna sempre disinserire l’airbag. Questo accorgimento è fondamentale per garantire al proprio bambino la massima sicurezza quando si viaggia.

Gli airbag si azionano in circa 30 millesimi di secondo e riescono a sopportare una spinta fino a 1000 kg. Il problema è che sotto questa soglia sono molto pericolosi. Soltanto gli ultimi modelli in commercio infatti possiedono degli airbag con apertura progressiva in base al peso del passeggero. Ma sono modelli ancora rari, difficili da trovare in commercio. Per il momento, nella gran parte degli automobili, l’airbag si aziona in modo netto e violento, con il pericolo che un bambino non riesca a reggerne l’urto.