Home Cronaca Bergoglio incontra Lula, “Anni di Piombo” critica l’Italia

Bergoglio incontra Lula, “Anni di Piombo” critica l’Italia

CONDIVIDI

Bergoglio accoglie Lula. Il Santo Padre si è lasciato fotografare insieme a Luiz Inácio Lula da Silva, conosciuto da tutti semplicemente come “Lula”.

Papa con Lula
Papa con Lula (via Twitter)

Il Presidente Rosso, come veniva chiamato in patria, Lula è in Italia. L’uomo è stato più volte condannato per i crimini commessi e tra i tanti, in particolare per quanto riguarda l’Italia, ha delle colpe piuttosto gravi. E’ stato lui a proteggere il famosissimo Cesare Battisti, terrorista che uccise diverse persone nei cosiddetti “Anni di Piombo”. Vederlo abbracciato al Papa, che stringe la mano a Zingaretti, ora, ha fatto male a tantissime persone. In particolare ai familiari delle sue vittime, che ancora oggi chiedono giustizia per quanto accaduto decenni fa, senza trovare soddisfazione alcuna. In particolare ad alzare la voce è stato Potito Perruggini, nipote di Giuseppe Ciotta, agente di polizia ucciso nel 1977, vittima del terrorismo rosso. Perruggini è l’attuale presidente dell’Osservatorio nazionale per la verità storica “Anni di Piombo”, e non ha atteso un secondo prima di dire la sua sulla situazione. Di seguito il suo post su Facebook.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, uomo si uccide per salvare famiglia: credeva fosse malato

Bergoglio incontra Lula, “Anni di Piombo” critica l’Italia

Un mondo più giusto e fraterno‘. Queste le parole che Lula ha twittato su internet in merito al suo colloquio con Papa Francesco. Ma ha mai pensato se fosse stato giusto e compassionevole e fraterno il modo in cui ha sbeffeggiato il dolore delle vittime di Cesare Battisti? Lo ha mai pensato il nostro ministro Gualtieri che tanto sembra vantarsi della sua amicizia con chi ci ha oltraggiato mancando di rispetto tanto ai familiari delle vittime del terrorista pluriomicida Cesare Battisti quanto allo Stato Italiano che lo ha condannato? In realtà queste potrebbero essere domande retoriche dato il modo in cui il signor Lula viene accolto nel nostro paese in questi giorni. Oltre il danno la beffa”.

LEGGI ANCHE —> Elly Schlein, la confessione: “Sto con una donna e sono felice”