CONDIVIDI

La Santa Casa de Nazaret a Loreto è storicamente famosa per le traslazioni miracolose. La scienza adesso è pronta a supportare il fenomeno.

Santa Casa
Uno dei principali santuari e luoghi di culto religiosi (via WebSource)

Dall’8 dicembre, in concomitanza con l’apertura della Porta Santa nella Basilica di Loreto, è iniziato il Giubileo Lauretano che vedrà la sua fine il 10 dicembre del 2020. A concedere il Giubileo ci ha pensato proprio Papa Francesco per festeggiare il centenario della Madonna di Loreto «Patrona degli aeronauti».

Argomento principale della Porta Santa nella Basilica di Loreto è la traslazione miracolosa, che ad oggi è stato ridotta allo stato di leggenda. infatti con il passare degli anni sono aumentati scettici e negazionisti che hanno diminuito il valore del miracolo angelico. Ma attenzione perchè la scienza è pronta a supportare la traslazione miracolosa.

Santa Casa, come è costruita: Studi storici e scientifici

Santa Casa
Santa Casa, come è stata costruita (via Web Source)

La famosa Santa Casa è costituita da solamente tre pareti e le misure di quella di Loreto combaciano con quella di Nazaret. Ma non solo, anche le pareti della Casa di Tersatto corrispondono perfettamente a quella di Nazaret. Poi, si può anche aggiungere, che le pietre usate per la Casa di Loreto siano proprio le pietre usate in Palestina, cosa curiosa se si pensa che nelle Marche non esistono Cave di Pietra.

Anche l’orientamento dell’intera casa è costituita da vere e proprie anomalie, rispetto agli usi edilizi marchigiani. L’ultima traslazione della Santa Casa, come ricordano gli storici, fu nel bel mezzo di una strada pubblica, un fenomeno che stupì tutti.

Come spiega Giuseppe Sacconi, direttore dei lavori di restauro della Basilica Lauretana dal 1884 al 1905 “la Santa Casa sta parte appoggiata sopra l’estremità di un’antica strada e parte sospesa sopra il fosso attiguo”.

In supporto a Sacconi, ci furono le dichiarazioni di Federico Mannucci, in una relazione del 1922 in cui affermò: “I muri della S. Casa non hanno alcun fondamento né preparazione alcuna del terreno sottostante, che si presenta invece completamente disciolto e polveroso. Si può quindi certamente concludere che la Santa Casa non può essere fatta nel luogo dove si trova“.

Insomma un vero e proprio miracolo che oggi cerca e trova supporto nella scienza, ma che ancora non convince i tantissimi negazionisti.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulle notizie di Cronaca, CLICCA QUI !