Oscar 2020, “Parasite” conquista quattro statuette ed un record speciale

Una serata di festa agli Oscar 2020 per il film sudcoreano “Parasite”. La pellicola di Bong Joon Ho conquista quattro statuette ed un record unico.

Oscar
Parasite conquista quattro statuette ed un record (via Getty Images)

Nella notte italiana è andata in scena la 92esima edizione degli Academy Awards, o meglio la serata degli Oscar. A contornare la serata clou del mondo del cinema, ovviamente, c’è stata la distribuzione delle statuette per i film più belli dell’ultimo anno.

A sorprendere tutti durante questa 92esima edizione, ci ha pensato il film sudcoreano “Parasite” diretto da Bong Joon Ho.Il regista sudcoreano è entrato di diritto nella storia, infatti non solo si è aggiudicato quattro statuette, ma ha anche vinto la più importante delle categorie in gara, ossia “Miglior Film dell’Anno“.

Non è cosa da poco se si pensa che Bong Joon Ho, ha diretto il primo film non in lingua inglese ad aggiudicarsi l’Oscar come miglior film dell’anno, un record che ha fatto brillare gli occhi del regista

Le altre tre statuette vinte da Joon Ho sono state:  miglior film internazionale, miglior sceneggiatura originale e miglior regia.

Oscar 2020, la trama del film coreano “Parasite”

Oscar
Bong Joon Ho con gli Oscar vinti (via Getty Images)

Parasite di Joon Ho ha convinto proprio tutti, dal pubblico agli esperti della critica. Allora andiamo a scoprire di cosa parla questo film, analizzando la trama.

La pellicola di Joon Ho racconta la storia della famiglia di Kim, costretta a vivere in povertà in un seminterrato. Una famiglia talmente povera che non ha nulla e l’indolenza dei genitori di Kim non fa altro che peggiorare le cose.

La svolta però arriva quando il figlio di Kim ha una brillante idea, fingersi professore e e fare da tutor alla figlia della famiglia Park, che al contrario è parecchio facoltosa. Kim preso atto dell’idea geniale avuta, decide di inserire anche la sorella nel progetto, creando un universo parallelo in cui faranno fatica ad andarsene, proprio come dei parassiti.

Nel film inoltre, c’è anche un pezzo d’Italia, con la colonna sonora della pellicola che presenta “In ginocchio da te“, canzone del nostro Gianni Morandi.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato su Cinema & TV, CLICCA QUI !