Coronavirus, due turisti contagiati dopo un viaggio in Italia

Coronavirus, due nuovi casi in Taiwan: si tratta di una coppia rientrata da poco dall’Italia. Ma c’è un’ipotesi sul contagio che rassicurerebbe la nostra nazione. 

Morti Coronavirus

Coronavirus, due cinesi sono risultati positivi al test al rientro da un viaggio in Italia. Si tratta di marito e moglie di 50 anni di Taiwan. La coppia, rientrata da Roma, ha visitato la Capitale ma anche altre città del nostro Paese.

Coronavirus, due contagiati rientrati dall’Italia

Partiti per vacanza lo scorso 22 gennaio, sono rientrati il 1 febbraio via Hong Kong e pochi giorni dopo hanno accusato il malessere. Ora sono entrambi in quarantena e in cura.

Sono sotto osservazione, invece, i figli dei due. Nessuno ha finora mostrato sintomi da contagio, ma anche loro erano in viaggio. Secondo le prime ipotesi del ministro della Sanità, il coronavirus potrebbe essere stato contratto sul volo Hong Kong-Italia piuttosto che in Italia stesso. Le probabilità vengono ritenute alte, essendosi trovati in uno spazio chiuso in cabina per molte ore.

Potrebbe interessarti anche —> Coronavirus, 17enne italiano bloccato di nuovo in Cina: il motivo

Se fosse confermato, sarebbe senz’altro una notizia rassicurante per il Bel Paese già alle prese col coronavirus. Sono tre i casi certificati: i due cinesi ricoverati ormai da tempo allo Spallanzani, più l’italiano rientrato di recente da Wuhan con i 56 connazionali.

E’ risultato negativo, invece, il test per quanto riguarda anche una donna attualmente in quarantena nella città militare della Cecchignola. “Ha solo una congiuntivite”, ha riferito la struttura sanitaria a tal proposito. Nel frattempo è ancora bloccato il 17enne friulano a Wuhan: ha nuovamente la febbre, e dunque sarà sottoposto a nuovi esami prima del rientro.

Leggi anche —> Coronavirus, altro caso in Italia? C’è la risposta ufficiale