CONDIVIDI

Torna a parlare Matteo Renzi. Il leader di Italia Viva annuncia che non voterà l’accordo sulla Prescrizione, e lancia delle frecciatine al PD.

Prescrizione
Matteo Renzi voterà contro la Prescrizione (via Getty Images)

Torna a parlare Matteo Renzi, che si schiera contro l’accordo sulla Prescrizione raggiunto dopo l’accordo di maggiornaza da Pd, M5s e Leu. Intanto però, l’ex Presidente del Consiglio difende il Governo ed annuncia di non voler farlo cadere.

Sulla mancato accordo della prescrizaione, Renzi afferma anche che il Governo non ha i numeri per far passare tale provvedimento. Il leader di Italia Viva, intervistato alla radio, ha dichiarato: “Questo governo, che io stesso ho promosso, è nato per evitare l’Italexit di Salvini, ma non posso diventare giustizialista. Siamo una forza riformista, non cediamo al populismo nella giustizia“.

Prescrizione, Matteo Renzi annuncia: “Bisogna trovare un punto d’accordo”

Matteo Renzi Salvini Gregoretti
Matteo Renzi contro la prescrizione (Getty Images)

Matteo Renzi poi, incalzato dagli intervistatori, ha poi continuato: “Premesso che il Paese in questo momento ha ben altri problemi, come le infrastrutture o il coronavirus, sulla giustizia bisogna trovare un punto d’accordo. Il compromesso trovato ieri è un passo avanti, ma per noi non è sufficiente perché contiene ancora un principio giustizialista“.

Il senatore toscano non si ferma qui ed afferma: “Il Parlamento deve scegliere tra la legge di Bonafede e Salvini e quella di Gentiloni e Orlando. Io sto con questi ultimi due. La novità di ieri è che il Pd si è schierato con il M5s“.

Infine Renzi lancia una frecciatina al Partito Democratico: “Non riesco a capire perché il Pd non utilizzi la forza del risultato in Emilia Romagna per dettare l’agenda ma continua a inseguire quella dei cinquestelle“.

Con queste dichiarazioni, Matteo Renzi annuncia la sua intenzione di non voler uscire da questo governo, elogiando il lavoro dei suoi ministri, Bellanova e Benetti. Inoltre secondo il senatore di Italia Viva, il Governo non avrebbe nemmeno i numeri per votare la riforma sulla Prescrizione, suggerendo a Conte di mantenere bene il governo ed iniziare a cambiare passo.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Politica Italiana, CLICCA QUI !