Benevento, maltrattavano e picchiavano i bimbi: denunciate 4 maestre

0
33

Ad Airola, in provincia di Benevento, i carabinieri hanno condotto un’indagine contro quattro maestre. Per gli inquirenti maltrattavano i bimbi.

Benevento
Benevento, quattro maestre maltrattavano bambini (via WebSource)

Una lunga indagine dei Carabinieri di Benevento, ha portato alla luce alcuni maltrattamenti di quattro maestre ad Airola.

Le quattro donne, infatti, erano solite dare schiaffi, colpi sul capo, strattonamenti, pizzichi e punizioni ai bambini del loro asilo, spesso chiudendoli in stanze buie.

Stiamo parlando della situazione allucinante che si presentava in una scuola materna privata di Airola, con le quattro protagoniste che avevano 44, 27, 26 e 24 anni, Gli inquirenti, dopo aver approfondito le proprie indagini, hanno confermato i maltrattamenti messi in atto dalle quattro maestre nei confronti dei bambini che frequentavano l’Istituto.

Benevento, le indagini dei Carabinieri ad Airola

Benevento
Le indagini confermano i maltrattamenti (via Pixabay)

A far partire le indagini dei Carabinieri, ci ha pensato la denuncia della madre di uno dei bambini che frequentava la scuola materna. La denuncia è scattata quasi due anni fa, nel 2018, mettendo in guardia le forze dell’ordine nei confronti dei comportamenti delle quattro maestre.

La donna era corsa a denunciare una delle maestre, dopo la confessione della figlia di tre anni. La bambina, infatti, rivelò alla madre di essere stata messa in punizione in una stanza buia.

Dopo la fine delle indagini, avvenuta a maggio del 2019, i carabinieri sono riusciti a confermare tutto grazie alle immagini audio-video eseguite con telecamere nascoste all’interno della struttura.

Così si chiude un altro spiacevole caso di violenza nelle scuole da parte delle maestre. Una piaga che purtroppo colpisce spesso la penisola e che con sempre più frequenza, balza agli onori della cronaca.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulle notizie di Cronaca Italiana, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui