Coronavirus, peggiorano le condizioni dei due cinesi ricoverati a Roma

Coronavirus, peggiorano le condizioni dei due cinesi a Roma. Proprio ieri arrivavano notizie piuttosto rassicuranti e invece c’è stato un peggioramento nelle ultime ore. 

Coronavirus roma spallanzani

Coronavirus, peggiorano le condizioni dei due cinesi ricoverati a Roma. Proprio quando si registravano buone notizie, segue un nuovo capovolgimento di fronte. Per entrambi, infatti, pur presentando “polmonite virale con interessamento alveolo interstiziale bilaterale”, le condizioni ieri erano stabili.

Coronavirus, peggiorano le condizioni dei due cinesi a Roma

Nelle ultime ore, tuttavia, a causa di una insufficienza respiratoria, si sono entrambi aggravati ed è stato necessario un supporto respiratorio in terapia intensiva. Per le due persone ricoverate, le quali hanno fatto scattare ufficialmente l’allarme in Italia, si tratta di un uomo di 66 anni e di una donna di 65.

Potrebbe interessarti anche —> Coronavirus, l’esperto di bioterrorismo: “Creato in laboratorio, è un’arma”

Prima di arrivare nella Capitale erano stati a Milano, Verona, Parma e Firenze. Ma nell’ultima tappa non hanno avuto modo di girare troppo: “Appena siamo arrivati a Roma – hanno raccontato – ci siamo ammalati. Non abbiamo preso mezzi pubblici, quindi siamo sereni e vogliamo rassicurare tutti. Non abbiamo contagiato nessuno perché la città non l’abbiamo nemmeno vista. Ringraziamo l’ospedale Spallanzani per quanto sta facendo per noi”.

Nel frattempo, però, lo staff a sostegno della struttura per la traduzione sta riscontrando non pochi problemi. Provenienti proprio da Wuhan, la coppia parla infatti un dialetto locale che è più simile al mandarino che al cantonese. Il che sta dando non pochi grattacapi agli interpreti.

Leggi anche —> Coronavirus, in quarantena un’intera nave da crociera in Giappone