Al lavoro con il cane, da oggi è possibile: la storica decisione del comune

Al lavoro con il cane, da oggi è possibile: la storica decisione del comune di Greve in Chianti, vicino Firenze

Al lavoro con in cane
Al lavoro con il cane, da oggi è possibile: la storica decisione del comune (Foto: Getty)

Quanti di noi non vorrebbero mai separarsi dal proprio cane. L’amico a quattro zampe per antonomasia, è un fedele alleato in ogni circostanza della nostra vita. In molti campi, come forze militari o di polizia, l’utilizzo dei cani è ampiamente diffuso ormai da anni, grazie al grandissimo aiuto fornito dalle loro speciali capacità. Ora però potrebbe diventare possibile avere al proprio fianco anche il semplice animale domestico in ufficio. Andare a lavorare con il proprio migliore amico.

La sperimentazione storica è stata introdotta a Greve in Chianti, comune nei pressi di Firenze. Tutti i dipendenti possono andare a prestare il loro servizio portando con sè il proprio cane. Questo iniziale test durerà per circa un anno, salvo poi valutare un eventuale estensione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> I bisogni del cane gli costano 400 euro: il motivo

Al lavoro con il cane, da oggi è possibile: la storica sperimentazione del comune di Greve in Chianti

Cane in comune
Al lavoro con il cane, da oggi è possibile: la storica sperimentazione del comune di Greve in Chianti (Foto: Getty)

Il sindaco di Greve in Chianti, Paolo Sottani ha voluto spiegare l’iniziativa: “L’ufficio pet friendly offre una storica possibilità alle persone che non possono lasciare soli i propri cani a casa. Tutto questo pensiamo possa migliorare il clima di lavoro, favorendo condizioni di benessere, maggiore attenzione, e una crescita della produttività“.

L’amministrazione comunale ha stabilito alcune condizioni imprescindibili. I dipendenti dovranno possedere il documento veterinario che attesti le vaccinazioni e i trattamenti antiparassitari idonei alla permanenza in ambienti pubblici. In più il cane dovrà essere sempre spazzolato e in ordine, per il benessere proprio e altrui. Dovrà essere utilizzato un guinzaglio di una misura non superiore a un metro e mezzo e dovrà esserci sempre una museruola di emergenza. In caso di incolumità per le altre persone dovrà essere applicata.

L’iniziativa è appena iniziata, vedremo come andrà a finire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cane salva padrona dal Coronavirus strappandole il passaporto