CONDIVIDI

Una studentessa di Bologna nel febbraio 2017 smontò Romano Prodi con un discorso in faccia all’ex Presidente del Consiglio. Il video fece il giro del Paese tramite i social

romano prodi
Romano prodi (Getty Images)

Riproponiamo, nella sezione delle ‘Storie Vere’, la vicenda di Cristina, studentessa di economia all’Università di Bologna, che il 23 febbraio del 2017 divenne famosa per aver tenuto un discorso di fronte a Romano Prodi,intervenuto nell’aula accademica del capoluogo emiliano per parlare di Europa all’evento sulla ‘Generazione Erasmus”.

La ragazza non ha avuto nessun timore a prendere il microfono e ad accusare l’ex Presidente del consiglio e della Commissione europea. La sua frase più famosa e simbolica per molti giovani come lei divenne: “L’Europa unita è solo una favola, lei ha svenduto il nostro futuro“.

LEGGI ANCHE >>> Clandestini? Per l’Unione Europea è obbligatorio accoglierli

Quando una ragazza smontò Romano Prodi: la studentessa idolo di molti suoi coetanei

romano prodi
Studentessa di Bologna attacca prodi (Screenshot YouTube)

La ragazza ha accusato Prodi, uno dei maggiori artefici e fautori dell’ingresso dell’Italia nell’area Euro, di “Non essere intervenuto per cambiare gli scellerati criteri del Trattato di Maastricht, di non aver effettuato le riforme che aveva promesso, tagliato il welfare, privatizzato molti settori, attaccato salari e diritti dei lavoratori e sottomesso alle direttive franco-tedesche, per diminuire il debito pubblico, rientrare nei parametri europei, ma provocando così precariato e disoccupazione“. 

LEGGI ANCHE >>> I lavoratori italiani sono i più ignoranti d’Europa: la disarmante statistica

L’attacco, quindi, è stato soprattutto sui temi dell’adesione dell’Italia alle leggi europee, che a suo dire hanno causato i gravi problemi del nostro Paese. “Noi facciamo parte di quella che lei chiama la ‘Generazione Erasmus’: una generazione nata e cresciuta all’interno dell’Unione Europea ed educata con la favola di un Europa di cooperazione e di obiettivi comuni. Di uno spazio dove viaggiare liberamente ed educarsi alla diversità. Un luogo di pace, prosperità e libertà. La realtà, però, è quella della  generazione di disoccupati e dei lavoratori poveri“.

L’attacco a Romano Prodi da parte di una studentessa di Bologna: “Svenduto il nostro futuro”

E ancora: “Il futuro dei giovani italiani è scuro e lo Stato non se ne fa carico, siamo una generazione abbandonata dalle istituzioni. Lei ha tagliato educazione, istruzione, protezione e investimenti. Ha svenduto il patrimonio economico italiano a società private e ha svenduto anche il nostro futuro, in cambio di cosa?. Abbiamo ottenuto sì la libertà di andare all’estero a fare i camerieri o di vivere in miseria. Riconosca i suoi errori e chieda scusa”.