CONDIVIDI

Matteo Salvini denuncia quello che vogliono fargli su Facebook ma promette ai suoi sostenitori: non mollo. 

Salvini processo Gregoretti
Matteo Salvini(Getty Images)

Matteo Salvini continua ad essere al centro di un’aspra diatriba legale. Il noto leader della Lega, infatti, è al centro di nuovi problemi legali. Attualmente, infatti, il leghista dovrà essere sottoposto all’ennesimo processo in quanto non ha permesso lo sbarco di una nave ONG. Parliamo ovviamente della Open Arms che con le tante persone a bordo, cercava un porto sicuro per ripararsi dalla tempesta, ma che ha ricevuto un secco no dal politico del nord Italia.

In particolare l’uomo sarebbe accusato di non aver permesso alla barca, in necessità umanitarie, di sbarcare sul suolo italiano e di trovare quindi riparo dopo la tempesta. Ad agosto si è consumato il fatto ed ora, mesi dopo l’accaduto, Salvini ha ricevuto una lettera da parte del tribunale che lo convoca per il processo. Come al solito il politico di destra non ha atteso molto prima di informare i tanti uomini e donne che lo seguono, facendo un contenuto per le sue pagine Facebook. Di seguito le parole di Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, Salvini attacca il governo: “Scarso controllo preventivo”

Matteo Salvini: “Mi processeranno perché ho difeso l’Italia!”

Mi è arrivata un’altra richiesta di processo perché ad agosto ho bloccato lo sbarco di clandestini dalla nave di una Ong spagnola. Ormai le provano tutte per fermare me e impaurire voi: vi prometto che non mollo e non mollerò, mai

Rischio un ulteriore processo per aver difeso i confini italiani? L’ho fatto, lo rifarei e lo rifarò: se devo difendere il mio Paese, non ho paura di niente e di nessuno. 

Andrò in quel tribunale e ci andrò in compagnia di tanti italiani e avvocati e a nome di tanti giudici che fanno onestamente, liberamente, obiettivamente il loro lavoro. Qualcuno fa politica, qualcuno usa le aule del tribunale per cercare la vittoria negata dal popolo italiano”. 

LEGGI ANCHE —> Lega, Fontana: “Sinistra ha vinto in Emilia con centenari e disabili”