CONDIVIDI

Una Discoteca in cui è vietato consumare alcool. A Rimini un locale ha fatto registrare il sold out, facendo vivere ai ragazzi un’esperienza di divertimento diversa

Discoteca
(Da Pixabay)

Si chiama Coconuts ed è una discoteca di Rimini, località vacanziera romagnola famosa le tante opportunità di divertimento per chi la visita. Stavolta però non vi vogliamo parlare di un brutto episodio o di altre situazioni spesso collegate alla vita notturna. Il Coconuts, infatti, ha voluto sperimentare una nuova tipologia di Discoteca .. quella “senza alcool“. Un’esperienza che si è rivelata vincente come racconta il Resto del Carlino che ha intervistato anche i gestori del locale.

Coconuts, la “Discoteca senza alcool”

Alla festa “analcolica” hanno partecipato 1300 ragazzi, distinti con un apposito braccialetto tra maggiorenni e minorenni. Quest’ultimo per entrare doveva aver compiuto almeno 16 anni. Chi ne aveva di meno doveva presentare un’apposita liberatoria firmata dai genitori.

Durante la serata, i bar del locale erano sprovvisti di alcolici. Chi voleva consumarli poteva usufruire del privé ma, in questo caso, doveva dimostrare di essere maggiorenne. Per costoro, inoltre, i prezzi dei drink partivano da 10 euro. Per evitare inoltre che i ragazzi andassero a rifornirsi altrove, il Coconuts ha annullato la cosidetta regola del timbro. Pertanto chi usciva dalla discoteca per rientrare doveva pagare un secondo biglietto da 20 euro, un esborso tale che sconsigliava la “fuga”.

Potrebbe interessarti >>> Bevande gassate, zucchero e non solo: i reali rischi per la salute

Bibite Gassate (da Pixabay)

La serata è stata un successo

Alla fine, la serata analcolica al Coconuts si è rivelata un successo. In pochi hanno alzato il gomito ma con effetti contenuti. Soddisfatto il gestore del locale che, al Resto del Carlino, ha dichiarato: “Tante volte i ragazzi escono senza dire ai genitori dove vanno. Stavolta mamma e papà sapevano dove stavano. Dobbiamo iniziare a organizzare serate per i minorenni che abbiano determinate caratteristiche e consentano loro di divertirsi in tutta sicurezza. Per noi è stata decisamente una serata da incorniciare…”

Vedremo se altrove, l’esperimento del Coconuts sarà seguito da altri locali altrove in Italia. Speriamo, con lo stesso successo.