Elezioni regionali, scontro Conte Salvini: “E’ lui il vero sconfitto”

Elezioni regionali, scontro Conte Salvini: “E’ lui il vero sconfitto di questa tornata elettorale”. Il leader della Lega replica: “Lavori per il Paese”

Scontro Conte-Salvini
Elezioni regionali, scontro Conte-Salvini: “E’ lui il vero sconfitto” (Foto: Getty)

L’appuntamento elettorale in Emilia Romagna e Calabria è stato un modo per percepire il termometro della politica italiana. La sentenza regionale è stata utilizzata dagli attori coinvolti per trarre delle conclusioni sulla volontà degli italiani in questo momento. E come al solito, ci sono vinti e vincitori. Chi non ha risparmiato critiche è stato il premier Giuseppe Conte, che ne ha approfittato per lanciare una frecciata a Matteo Salvini: “Qualcuno ha voluto utilizzare le elezioni regionali come referendum per il governo, con l’intento di dare una spallata all’attuale esecutivo. Mi riferisco a Salvini che esce come grande sconfitto di questa competizione“.

Non si è fatta attendere la replica del leader della Lega: “Lavori per il Paese, non per odio verso di me”.

Poi Conte ha voluto allargare il tiro al partito padano: “Mi rivolgo al popolo leghista: un ex ministro dell’Interno, ora leader dell’opposizione, ha tutte le opportunità di entrare in una caserma dei Carabinieri e fare delle segnalazioni. Ma l’episodio del citofono è inqualificabile. Avevo già ricordato a Salvini di evitare strappi istituzionali dopo le elezioni europee“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Matteo Salvini rilancia: “Rifarei il gesto del citofono”

Elezioni regionali, scontro Conte Salvini: “Pensi al paese non ad odiare me”

Conte Salvini
Elezioni regionali, scontro Conte Salvini: “Pensi a governare il paese non ad odiare me” (Foto: Getty)

Matteo Salvini non ha atteso a far sentire la propria replica agli attacchi di Conte: “Pensi a fare il premier, non l’odiatore“. Poi sulle presunte mosse sbagliate durante la campagna elettorale aggiunge: “Rifarei assolutamente tutto. Fin qui ci sono state 9 elezioni regionali, ne abbiamo vinte 8 su 9, poteva andare peggio. Sono un perfezionista e stiamo già lavorando sulle 6 tornate elettorali che ci attendono nella prossima primavera”. Poi un attacco diretto al Premier: “Continuo a leggere che il signor Conte passa il tempo ad attaccarmi e a dire che deve lavorare per contrastarmi. Gli ricordo che deve lavorare per il bene degli italiani, per il bene del nostro Paese, non perché odia il sottoscritto. Chi vive di rabbia e di rancore vive male, poverino. Camomilla per Giuseppi!“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elezioni Calabria, vince Santelli: Tajani e Gasparri ballano – VIDEO