TMZ: Nba in lutto, è morto Kobe Bryant – ULTIM’ORA

TMZ ha sconvolto il mondo dello sport con una notizia terribile: attorno alle 19 italiane nello schianto di un elicottero al suolo è morto Kobe Bryant, leggenda della Nba.

morto Kobe Bryant
Kobe Bryant, incidente fatale a 41 anni (Getty Images)

Nba in lutto: a soli 41 anni secondo il sito TMZ oggi Kobe Bryant è morto in terribile incidente a Calabasas, in California. L’elicottero sul quale viaggiava il campione di basket è precipitato al suolo non lasciando scampo a lui e ad altri tre occupanti, oltre al pilota.

Bryant era a bordo del suo elicottero privato e tutti i passeggeri sono morti nello schianto. Il velivolo avrebbe preso fuoco una volta precipitato e inutili sono stati i soccorsi. Ma in quel momento, sempre secondo TMZ, la moglie Vanessa non sarebbe tra le vittime perché era a casa con le quattro figlie. La star della Nba era abituato ad utilizzare l’elicottero per spostarsi già quando giocava per i Lakers dalla sua villa di Newport Beach fino allo Staples Center, il palazzetto di casa.

Solo poche ore prima della tragedia, Bryant si era congratulato con LeBron James, che di fatto ora lo ha sostituito nel cuore dei tifosi Lakers. A Philadelphia lo aveva superato nella classifica dei migliori realizzatori di tutti i tempi, salendo al terzo posto assoluto della Nba. “Grande rispetto per mio fratello King James”, aveva twittato Kobe.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Valle d’Aosta, morto maestro di sci dopo essere caduto da un elicottero

Kobe Bryant, una carriera leggendaria in maglia dei Lakers e con la Nazionale

Kobe Bryant morto
Kobe Bryant, leggenda della Nba negli ultimi vent’anni (Getty Images)

Autencica leggenda della Nba, Kobe Bryant ha comicnkiato e finoito la sua carriera con i Los Angeles Lakers. Con quella maglia ha giocato per 20 anni e  ha conquistato da protagonsita anche 5 titoli. Invece con la Nazionale a stelle e strisce haconquistato due medaglie d’oro alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e di Londra 2012.

Per tutti era ‘Black Mamba’. Nato a Philadelphoia, Kobe da piccolo aveva seguito il padre, Joe Bryant, che ha giocato a lungo in Italia con le maglie di Rieti, Reggio Calabria, Pistoia e Reggio Emilia tra il 1984 e il 1991. Proprio nel nostro Paese ha cominciato ad amare il basket e ha imparato alla perfezione la nostra lingia, che ha sempre sfoderato con orgoglio.

Il 18 dicembre 2017, durante la pausa della partita tra i Los Angeles Lakers e i Golden State Warriors, i Lakers avevano ritirato le sue due maglie La numero 8 e la 24 erano state appese per sempre sotto il tetto dello Staples Center, assieme a quelle di Wilt Chamberlain (13), Kareem Abdul-Jabbar (33), Magic Johnson (32) e Shaquille O’Neal (34).