Roma, ucciso a colpi di pistola in strada: il motivo dell’assassinio

Esecuzione in strada a Roma, ucciso a colpi di pistola uomo in semi-libertà: ecco i motivi dell’assassinio

roma ucciso pistola
Sparatoria a Roma, morto 43enne albanese (da Pixabay)

Nottata di fuoco nella periferia di Roma. Intorno alle 23 di sabato 25 gennaio nel quartiere Nuovo Salario, in via Gabrio Casati, un uomo di 43 anni, di nazionalità albanese, è stato ucciso in strada a colpi di pistola. Dalle prime ricostruzioni effettuate dalla polizia l’uomo era appena uscito da un condominio ed è stato freddato con molti proiettili in molte parti del corpo. La vittima era in stato di semi-libertà e aveva precedenti penali. Sul posto è accorsa la volante della polizia e la scientifica e la squadra mobile di Roma si sta occupando del caso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, pedone investito da bus alla stazione Tiburtina: morto un 40enne

Roma, ucciso a colpi di pistola in strada: ecco il motivo

roma ucciso pistola
Roma, 43enne ucciso a colpi di pistola (Getty Images)

Secondo fonti delle forze dell’ordine il 43enne albanese aveva usufruito di una giornata di libertà presso la sua abitazione del Nuovo Salario e stava ritornando al carcere di Rebibbia dove era detenuto. L’ipotesi più probabile è quella di un regolamento di conti, visto che si è trattato di un vero e proprio agguato sotto casa, studiato nei minimi dettagli. Sono ancora in corso le indagini da parte della polizia per risalire agli assassini.

LEGGI ANCHE >>> Omicidio Sacchi, giudizio immediato per 6 persone: c’è anche Anastasiya 

Torna, dunque, a galla il problema della sicurezza nelle periferie di Roma, dove molto spesso alcuni quartieri sono in mano a clan della malavita. A volte, come in questo caso, le lotte tra gruppi sfociano in regolamenti di conti e in gesti come quello avvenuto questa notte.