CONDIVIDI

Matteo Salvini, a tre giorni dalle Regionali in Emilia Romagna, questa sera era a Bibbiano. A 200 metri da lui anche le Sardine, ma l’appello è stato chiaro.

Matteo Salvini Bibbiano
Matteo Salvini tiene alta l’attenzione sul caso Bibbiano (Websource)

Matteo Salvini a Bibbiano, le Sardine pure. Mai così vicini il leader della lega e Mattia Santori, che guida in neonato Movimento. Grande partecipazione nella piazza che ospitava la candidata governatrice all’Emilia, Lucia Borgonzoni. E tante persone anche al flash mob alternativo delle Sardine, con 200 poliziotti che hanno sorvegaliato il paese.

La Lega ha scelto piazza della Repubblica. Nessun simbolo di partito, nessun cartello inneggiante a Salvini o Borgonzoni. Solo un messaggio chiaro: “Giù le mani dai bambini“, in riferimento al caso giudiziario che vede questo paese al centro della cronaca da mesi.

Bibbiamo infattii è diventato il simbolo dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’, dei bimbi strappati alle loro famiglie. Una vicenda sulla quale toiccherà alla magistratuira fare chiarezza. Ma intanto la Lega e la sua candidata cvogliono tenere alta l’attenzione. Salvini parla all’inizio e lo fa, come spiega lui, da papà: “Ci sono più di 26mila figli lontani dalle famiglie. Se anche uno solo è lontano dai genitori senza giustificazione, è dovere di un popolo dignitoso riportarlo a casa”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bibbiano: “Assistenti sociali sicuri che i giudici fossero pedofili”

Bibbiao, sul palco insieme a Salvini anche la mamma di Tommaso Onofri

Salvini Bibbiano folla
Grande partecipazione per Matteo Salvini e la Lega a Bibbiano (Websource)

A Bibbiano, sul palco allestito per ospitare Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni, sfila anche la protesta. Una serie di testimonianze, moderate dall’ex ministro alla Famiglia, Alessandra Locatelli. Storie dure, di chi ha visto la sua famiglia andare in pezzi e ancora oggi non en capisce il motivo.

Ma in mezzo alle altre parole spiccano quelle di Paola Pellinghelli,  mamma di Tommaso Onofri, il bimbo della provincia di Parma rapito e ucciso ad un anno e mezzo nel 2006. “Io mi sento molto vicino ai genitori di Bibbiano – racconta – anche se la nostra storia è molto diversa. Mio figlio è stato tirato in mezzo per riuscire ad avere delle relazioni false per riuscire a portare via i bambini. Quando ho sentito questa notizia mi è caduto un macigno addosso perché la donna condannata è uscita in permesso premio”dopo 14 anni di carcere”. E ringrazia Salvini “perché mi ha dato l’opportunità di sfogarmi, spero che tutti insieme possiamo cambiare qualcosa”.

Lui ringrazia i carabinieri e i giudici della Procura di Reggio Emilia invitandoli ad andare avanti. “Massimo rispetto per le case famiglia che salvano i bimbi da violenze vere. Ma anche massimo disprezzo su quelli che si sono inventati protettori e invece sono diavoli”. Infine la Borgonzoni che annuncia di voler riaprire la commissione d’inchuesta sul caso Bibbiano. E il video in diretta della serata ha già avvicinato le 300mila visualizzazioni.