USA, uccide il marito con il collirio: donna condannata a 25 anni

USA, uccide il marito avvelenandolo con il collirio: donna condannata a 25 anni di reclusione

Uccide il marito con il collirio
USA, uccide il marito con il collirio: condannata a 25 anni (Foto: Getty)

Una donna della Carolina del Sud, negli Stati Uniti, accusata di aver ucciso suo marito tramite l’uso di un collirio nel 2018, si è dichiarata colpevole di omicidio colposo ed è stata condannata a 25 anni di prigione.

Lana Sue Clayton fu inizialmente accusata di omicidio per avvelenamento del marito, Stephen Delvalle Clayton, nella loro casa di Clover nel luglio dello stesso anno, secondo quanto riferito dalla NBC.

Stephen Delvalle Clayton è morto il 21 luglio 2018 e un’autopsia ha mostrato livelli letali di tetraidrozolina, un decongestionante usato per alleviare il rossore negli occhi.

Lana Clayton è stata arrestata il mese successivo e ha confessato di somministrare la sostanza all’insaputa del marito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Misterioso virus in Cina, 1700 contagi: rischio epidemia mondiale

USA, uccide il marito con il collirio: donna condannata a 25 anni di reclusione

Lana Sue Clayton
USA, uccide il marito con il collirio: Lana Sue Clayton condannata a 25 anni di reclusione (Foto: Twitter)

Il giudice durante il processo della signora Clayton ha dichiarato: “Lo ha lasciato soffrire per tre giorni“. L’avvelenamento, infatti, è avvenuto dal 19 al 21 luglio, con un processo lento e progressivo.

La donna ha detto durante il processo che non intendeva uccidere suo marito, voleva solo farlo ammalare, per fagli scontare le sofferenze passate.

Dopo aver scoperto che il collirio è stata la causa della morte, ho anche tentato di togliermi la vita“, ha confessato Lana in tribunale. “Non potevo convivere con il pensiero di aver fatto una cosa così terribile“.

La sorella del defunto ha definito Lana Clayton un “mostro”.

La signora aveva lavorato come infermiera per i Veterani a Charlotte, secondo l’Associated Press. Secondo quanto rivelato dagli avvocati, Lana Clayton è stata violentata da bambina, all’interno di una base militare e ha sofferto di un disturbo da stress post-traumatico. In precedenza aveva sparato a suo marito con una balestra nel 2016 e, all’epoca, aveva detto alla polizia che era solo un incidente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, sparatoria a Salt Lake City: 4 morti e 1 ferito