CONDIVIDI

Napoli, brutto gesto contro Lorenzo Insigne: spunta un sacchetto della spazzatura su uno striscione a lui dedicato

Napoli Insigne
Insigne esulta (Getty Images)

E’ davvero un periodo negativo per il Napoli, che dopo l’addio di Carlo Ancelotti e l’arrivo di Gennaro Gattuso in panchina non ha saputo rialzarsi. La società, ma anche alcuni giocatori simbolo, sono stati presi di mira dai fischi e dalle critiche dei tifosi partenopei, contrariati da quanto la squadra sta facendo in questa stagione. Tra i più chiacchierati c’è Lorenzo Insigne, uomo simbolo di Napoli e capitano, che però anche in passato ha avuto spesso un rapporto conflittuale con la tifoseria.

Nei giorni scorsi, dopo la doppietta siglata al Perugia in Coppa Italia, il fantasista degli azzurri aveva ricevuto uno striscione, apposto sotto la sua abitazione, di incoraggiamento da parte di alcuni suoi sostenitori. “Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso. Cadi 7 volte, rialzati 8. Forza capitano!” recita la scritta, un bel gesto per rincuorare Insigne dalle brutte prestazioni della sua squadra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, Insigne verso l’addio: c’è un club di Premier League

Napoli, Insigne insultato: sacchetto della spazzatura appeso sullo striscione in suo onore

napoli insigne
Lorenzo Insigne (Getty Images)

Nella notte, però, è avvenuto un gesto di vilipendio verso tale striscione. E’ stato trovato un sacchetto della spazzatura attaccato sopra alla scritta, un azione di offesa nei confronti di un calciatore che sta vivendo un momento difficile. Il fatto sta facendo molto discutere i napoletani e ha riaperto una crepa nel rapporto tra Insigne e una parte del tifo partenopeo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, pronto un nuovo acquisto: è in arrivo l’annuncio

Dura reazione da parte del suocero del giocatore Mario Darone, che sui social ha attaccato gli autori del gesto: “La vostra invidia è la nostra forza”. Il padre di Jenny, moglie di Insigne, avrebbe scritto in precedenza parole ancor più pesanti, ma sono state successivamente eliminate e non più visibili in rete.