CONDIVIDI

Aumento brusco dell’influenza in Italia. Infatti nella penisola, si è arrivati a quasi 3 milioni influenzati, con ben 374.000 a letto nell’ultima settimana.

Influenza
Aumentano bruscamente i casi di influenzati in Italia (via Pixabay)

Continua a girare l’influenza, nonostante un meteo non ancora del tutto invernale. Infatti l’Italia sta viaggiando a ritmo da record, sui contagi di influenzati. Numeri da capogiro che raggiungono vette mai viste prime nella penisola.

Il numero di contagiati è salito a quota 2 milioni e 300mila persone e si stima che possa raggiungere i 3 milioni entro fine mese. L’aumento è avvenuto specialmente nella nuova settimana dell’anno nuovo, le presone più colpite invece sono i “giovani adulti” e gli “anziani“.

Secondo i bollettini medici di vari siti specializzati nel campo, solamente nell’ultima settimana ci sono stati 374mila persone bloccate a letto dall’influenza. Un lieve calo si era registrato con la chiusura delle scuole durante il periodo natalizio. Ma dalla riapertura il numero di persone bloccate a letto è tornato a salire vertiginosamente. Secondo l’ultima stima, sono ben 6,2 casi ogni mille assistiti.

Influenza, tornano ad affollarsi gli studi medici

Influenza
Tornano ad affollarsi gli studi medici (via Pixabay)

Così con questo continuo contagio di influenza, tornano ad affollarsi gli studi dei medici di famiglia. Proprio con l’aumento di questo dato, Silvestro Scotti (segretario della Federazione dei Medici di Medicina Generale) ha affermato: “In questi giorni sono letteralmente presi d’assalto, soprattutto per via di patologie respiratorie negli anziani. Sembra stia funzionando il loro ruolo di ‘filtro’ per ridurre l’afflusso nei pronto soccorso“.

A confermare l’osservazione di Scotti, ci ha pensato un’indagine della Società Italiana della medicina di emergenza-urgenza (Simeu), che dichiara: “Ci risulta che nei Pronto Soccorso italiani, per il momento, tranne pochi casi isolati, non ci sono particolari condizioni di emergenza. Queste potrebbero verificarsi tra due o tre settimane, in concomitanza con il picco“.

Così per chi vuole prevenire un attacco influenzale, in farmacia è ancora disponibile l’acquisto del vaccino antinfluenzale. Questo vaccino, inoltre, impiega un paio di settimane per essere totalmente efficace, ed in più andrebbe fatto ad inizio stagione per ottenere maggiore copertura. Ma anche l’assuzione del vaccino in questa settima, permetterebbe di proteggersi per i mesi di febbraio e marzo.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato su Salute & Benessere, CLICCA QUI !