Dichiarata morta, una donna di 55 anni si risveglia al suo funerale

0

Dichiarata morta, una donna di 55 anni si risveglia durante la celebrazione del suo funerale

Funerale donna
Dichiarata morta, si risveglia durante il suo funerale (Foto: Getty)

Una storia incredibile che arriva direttamente dall’India. Malati Chougule, una donna di 55 anni, che soffriva di febbre alta, aveva perso conoscenza e i medici l’avevano dichiarata morta.

I parenti della signora, che è stata dichiarata erroneamente morta in un ospedale privato della città di Belagavi, mercoledì sono stati sorpresi nel vederla aprire gli occhi mentre si stavano preparando per il suo funerale.

Malati Chougule, 55 anni, è stato ricoverata in un ospedale privato a Koti Kere a Belagavi, alle prime ore del mattino. Soffriva di febbre alta e aveva perso conoscenza. I medici hanno cercato di rianimarla, purtroppo senza successo.

A mezzogiorno i medici hanno quindi dichiarato il decesso, avvertendo i parenti per farla portare a casa e organizzare il funerale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, frana a Castel Giubileo: salvate 11 persone

Dichiarata morta, donna di 55 anni si risveglia durante il suo funerale

Funerali donna India
Dichiarata morta, donna di 55 anni si risveglia durante il suo funerale (Foto: Getty)

I parenti, colti di sorpresa dalla ferale notizia, sono scoppiate in lacrime iniziando a pensare alla cerimonia del funerale della loro cara. La presunta defunta è stata portata al villaggio natale di sera ed è stata tenuta nel cortile di casa sua per il corrispettivo della veglia funebre.

Ma dopo pochi minuti, ha aperto gli occhi e si è alzata, scioccando le persone riunite lì. Inizialmente tutti hanno gridato al miracolo, prima di sentire la storia raccontata dalla viva voce della protagonista. Un errore clamoroso da parte dei medici; la donna era caduta in coma ma era ancora viva. Questo potrebbe anche farci riflettere sul livello della sanità indiana. Tutto il mondo è paese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Influenza, aumentano i casi: quasi raggiunti i 3 milioni in Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui