Zaniolo: confermato il dramma, operazione subito e lungo stop

Nicolò Zaniolo, infortunatosi nel primo tempo contro la Juventus, è stato visitato subito a Villa Stuart e il responso è doloroso. Operazione immediata e lungo stop.

Nicolò Zaniolo infortunio
Nicolò Zaniolo in lacrime, starà fuori sei mesi (Getty Images)

Terribili notizie per Nicolò Zaniolo: il centrocampista giallorosso al 33′ di Roma-Juventus è uscito dal campo in lacrime. Uno scatto, il ginocchio si è piantato dopo uno scontro e ha fatto crac. La gravità era stata chiara già in campo, ma il viaggio a Villa Stuart e la visita con un luminare come il professor Mariani hanno confermato i sospetti.

Come informa direttamente la Roma, Zaniolo ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale. Il centrocampista della Roma e della Nazionale sarà operato già domani pomeriggio, 13 gennaio, sempre nella clinica della Capitale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Infortunio Zaniolo, il ginocchio fa crac: le ultimissime

Zaniolo, dalla lacrime alla speranza Cristiano Ronaldo lo ‘benedice’

CR7 Zaniolo
La carezza di Cristiano Ronaldo a Zaniolo (Instagram)

Nicolò Zaniolo è uscito in lacrime, consolato dai compagni ma anche dagfli avverdsari. Come Cristiano Ronaldo, immortalato mentre lo accarezza incoraggiandolo, perché ha capito subito il dramma del giocatore romanista.

Lui ha postato proprio quell’immagine promettendo, a sè stesso e ai tifosi della Roma (e della Nazionale) che tornerà più forte di prima anche se i tempi saranno lunghi. Ad accompagnarlo a casa è stata la mamma, che l’ha caricato in macchina e sarà con lui anche dopo l’operaziome.

Dell’infortunio a fine gara ha parlato anche Paulo Fonseca, tecnico giallorosso: “Questo è un momento difficile per noi, per Zaniolo era un grande momento, un giocatore importante per la nostra squadra. Ora difficile dire di più, deve pensare a recuperare velocemente ma non è facile”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Vi giuro…tornerò più forte di prima.

Un post condiviso da Nicoló Zaniolo (@nicolozaniolo) in data: