Reddito di cittadinanza, imprenditrice accusa: “Non trovo operaie”

Reddito di cittadinanza, imprenditrice marchigiana accusa: “Non trovo più operaie disponibili”

Reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza, imprenditrice accusa: “Non trovo operaie” (Foto: Getty)

L’introduzione del reddito di cittadinanza, voluto dal M5S durante la parentesi governativa con la Lega, ha creato un assistenzialismo utile ma in certi versi anche pericoloso. Almeno a sentire i commenti di alcuni imprenditori che si trovano in difficoltà nel reperire personale, proprio in virtù del nuovo assegno statale che consente di vivere pur non lavorando, almeno apparentemente. Si perchè molti preferiscono prendere magari un incarico in nero, lavorando parallelamente senza perdere il contributo e arrivando a fine mese con una cifra più congrua. Questo piccolo escamotage è ormai molto diffuso in Italia e sta portando disagi agli imprenditori. L’ultimo caso, riportato dalle colonne de “Il Messaggero“, è quello di Mihaela Rujoiu, leader di un’azienda di pulizie nelle Marche, e più esattamente nella zona di Senigallia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salvini condannato per razzismo: spunta una vicenda del 2009

Reddito di cittadinanza, imprenditrice accusa: “Non trovo più operaie”

Imprenditrice Senigallia
Reddito di cittadinanza, Mihaela Rujoiu accusa: “Non trovo più operaie” (Foto: Facebook)

La signora Rujoiu è arrivata in Italia dalla Romania nel 1991. Dopo aver iniziato a lavorare come donna delle pulizie, ha sviluppato negli anni un’esperienza tale da permetterle di provare a creare una propria impresa. Da qualche anno, infatti, guida un’impresa nel settore del “cleaning” nella zona di Senigallia, nelle Marche. Ora l’imprenditrice, che conta nella propria società già 15 dipendenti, è alla ricerca di altre 16 operaie che possano darle manforte, vista la richiesta di lavoro in crescita. Qui però nascono i suoi problemi:

Non riesco a trovare altre 16 persone per allargare il personale a mia disposizione”, ha denunciato Mihaela.

Andrebbero bene anche figuri maschili, bastano che siano affidabili e volenterose. Il problema è che non si trovano più lavoratori in giro“. L’imprenditrice poi spiega i motivi della sua difficoltà: “Ormai quasi tutti cercano di lavorare in nero per non perdere il reddito di cittadinanza che hanno conseguito. Io non ho intenzione di tenere un operaio senza un regolare contratto e quindi incontro delle difficoltà“. Poi aggiunge: “Molti mi chiedono di poter lavorare solo alcuni mesi, per poter prendere la disoccupazione per il resto dell’anno. E’diventato impossibile trovare qualcuno volenteroso. Io posso offrire un contratto a tempo indeterminato, ma ormai pare che non lo voglia più nessuno“.

Purtroppo questo è solo uno dei tanti esempi nel nostro paese, di qualcosa che non funziona nel mondo del lavoro. Ai nostri politici starebbe trovare soluzioni più adeguate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scuola, scatta l’allarme abbandono: le cifre dell’Italia sono un disastro