New York, in pensione a 28 anni: “Vi racconto come ho fatto” 

Il racconto di JP Livingston, una ragazza di New York andata in pensione a soli 28 anni d’età. La donna racconta la formula vincente che ha trovato per la sua vita. 

In pensione a 28 anni. Ebbene sì: 28. Non è un errore di battitura, ma una sconcertante realtà avvenuta a New York. La protagonista di questa singolare storia è JP Livingston, una ragazza laureata ad Harvard nel 2009 e già a riposo dopo 11 anni di carriera post università.

In pensione a 28 anni: la storia di JP Livingston

Come? Innanzitutto lanciandosi nel mondo degli investimenti molto prima che iniziasse la sua vera carriera: “Quando avevo 12 anni – racconta la diretta interessata – mio padre mi ha regalato una copia di Rich Dad, Poor Dad. Bene, questo ha acceso il mio interesse per la gestione finanziaria. Mi ha fatto venire voglia di aprire una mia attività personale e mi ha anche fatto interessare molto agli investimenti immobiliari. Mi sedevo fra gli scaffali di Barnes & Noble per leggere tutto ciò che riuscivo”. 

Poi la svolta attraverso una formula vincente che la ragazza sintetizza così

Reddito — Spese = Risparmi.

Risparmi + Tasso di crescita + Impatto della tassa sui redditi = Un bel gruzzoletto

“Il dilemma tra risparmiare e investire – prosegue la donna – è una costante della mia esperienza. Ma col tempo ho capito che devi migliorare in qualche modo la prima equazione per poi passare alla seconda. Il che significa che devi essere particolarmente bravo a generare reddito e a controllare le spese per costruire un po’ di risparmi all’inizio.  Una volta riuscito, bisogna poi essere bravi a spremere il tasso di crescita o le strategie di ottimizzazione fiscale”.

Così facendo, viveva con 24 mila dollari pagando 1.100 al mese per l’affitto concedendosi 900 dollari al mese per tutte le altre priorità tra cui anche quelle primarie. “Ora il mio patrimonio ammonta a 2.25 milioni di dollari, il 60% frutto di risparmio e il 40 di investimenti”, racconta.

“Oggi vivo in una casa di 30 metri quadri col mio compagno e il mio cane. Invece dei 24 mila dollari di prima, ora viviamo con 32.500 per ciascuno. Il nostro tasso di risparmio è rimasto molto alto, mio marito lavora ancora anche se i nostri risparmi coprono tutte le spese”.

Potrebbe interessarti anche —> Muore folgorata nella vasca da bagno: aveva il cellulare in carica

Ma la strategia del mega risparmio, per la pensione lampo, ha anche un grande costo: “Abbiamo sacrificato spazio e qualità di vita per contenere le spese. Per esempio viviamo in 30 metri quadri al quinto piano di un palazzo senza ascensore. I pavimenti sono inclinati, una biglia posata andrebbe sicuramente dall’altra parte della stanza ma la tendenza umana nell’adattarsi è strepitosa. Abbiamo solo dovuto comprare un letto con le gambe aggiustabili, poi per il resto ci siamo abituati”, conclude in un’intervista rilasciata negli Stati Uniti.