CONDIVIDI

Alcuni migranti sono morti a causa di un naufragio nel Mediterraneo. Altre tragedia in mare

migranti naufragio mediterraneo
Migranti, nuovo tragedia nel Mediterraneo (Getty Images)

Ennesima tragedia in mare legata all’immigrazione. Undici persone, tra cui otto bambini, hanno perso la vita nel Mediterraneo, dopo che la loro imbarcazione è affondata. Il naufragio si è verificato, secondo quanto riportato dall’agenzia ‘Anadolu’ è avvenuto nei pressi di Cesme, in Turchia, nelle acque del Mar Egeo. Secondo le autorità turche altre otto persone sarebbero state salvate, mentre rimane sconosciuta la nazionalità delle vittime.

LEGGI ANCHE >>> Reggio Calabra, migranti sfruttati e prostituzione: numerosi arresti

Paste the following code before the "" or "" tag

Migranti morti in mare, nuovo naufragio nel Mediterraneo

migranti naufragio mediterraneo
Migranti salvati (Getty Images)

 

La località di Cesme, oltre ad essere una meta turistica, è nota anche per i frequenti sbarchi di migranti che arrivano in Grecia dalle coste turche. La tragedia di oggi arriva dopo quella avvenuta poche ore prima nei pressi dell’isola greca di Paxi, nel Mar Ionio, dove sono morte altre 12 persone accertate. Secondo la guardia costiera ellenica sulla barca affondata viaggiavano circa 50 persone, di cui 20 portate in salvo e i restanti dispersi, di cui ancora non si ritrovano i corpi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nave Alan Kurdi sbarca a Pozzallo: 32 migranti a bordo

Con il nuovo anno sono ricominciati massicci i “viaggi della speranza” provenienti soprattutto dalla Libia. Ieri, invece, la nave spagnola Ong ‘Open Arms‘ aveva salvato altre 71 migranti, tra cui anche donne incinte, bambini e neonati. E’ oggi anche la notizia data ‘Alarm Phone‘ (la piattaforma che aiuta chi attraversa il Mediterraneo per arrivare in Europa) secondo la quale guardia costiera libica avrebbe sparato ad un migrante che si sarebbe rifiutato di sbarcare, e poi gettato il suo corpo in mare.