Marradi, quattro suore a rischio sfratto: il loro gesto è clamoroso

Marradi, il Vaticano sta cercando da tempo di chiudere il convento e spostare le tre suore che vivono ancora lì. Ma non tutto sta andando come da programma.

Marradi convento suore
Marradi, il convento sta per chiudere (via Websource)

Marradi, nel cuore del Mugello in provincia di Firenze, ha tra le sue ricchezze anche il monastero della Santissima Annunziata. Ma rischia presto di perderlo o comunque di vederlo chiuso. Questo, sempre che la resistenza delle quattro domenicane di clausura che lì vivono non vada a buon fine.

Una storia quasi paradossale, che sta andando avanti da tenpo e che nelle ultime ore ha scritto un altro capitolo. Il 10 dicembre scorso due inviati della Santa Sede avevano provato, visitando di persone le suore, a convincerlre che andare via fosse la scelta giusta. Invece erano stati respinti al mittente e avevano desistito.

Un secondo tentativo è stato fatto ieri, 10 gennaio, e ancora una volta il risultato è stato un fallimento. Suor Maria Rosaria, che nonostante sia su una sedia a rotelle dirige ancora il convento, e le due consorelle (più una novizia) non mollano. Così hanno deciso di mettere in scema un gesto clamoroso: quanto i tre inviati hanno bussato per farsi aprire, si sono barricate dentro alla struttira per manifestare il loro dissenso.

La decisione del Vaticano è figlia della crisi di vocazioni e ha le quattro suore verrebbero comunque destinate ad un altro convento. Loro però non vogliono andarsene e buona parte del paese ha già deciso da quale parte schierarsi che non è certo quella della curia centrale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Papa Francesco, super battuta ad una suora: “Non mi mordere”

Marradi, il paese è schierato con le suore e cerca una soluzione

Sfratto convento Marradi
Due tentativi di sfratto da Marradi sono andati a vuoto (archivio Getty Images)

Una situazione quasi paradossale, quella che sta vivendo il piccolo centro di Marradi. Perché l’attuale presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, è originario di qui. Ma tra quelli che difendono la decisione delle suore e la mancata dismissione del convento c’è l’ex sindaco Paolo Bassetti che del cardinale è cugino.

Quando i tre visitatori non graditi si sono allontanati, Bassetti e altri compaesani hanno fatto visita alle suore. Come ha spiegato l’ex sindaco, da tempo il paese si sta battendo per arrivare ad una soluzione pacifica. Il convento era stato affiliato ad un’altra struttura, in provincia di Ravenna. Poi però l’affiliazione era venuta a decadere il 21 maggio scors. E molti, tra i quali anche lui, si chiedono che fastidio possano dare quelle suore: ” Si mantengono da sole, con le loro pensioni e non chiedono nulla, riescono a far concelebrare la messa e sono sempre disponibili”.

Nei giorni scrsi inoltre Mauro e Rodolfo Ridolfi, esponenti del centrodestra Mugello – Alto Mugello, hanno anche presentato una Interrogazione in Unione dei Comuni. Hanno ricordato che il convemnto è stato costruito dalla popolazione locale oltre 400 anni fa e rappresenta un punto di riferimento importante. Quindi chiedono anche al presidente dell’Unione dei Comuni di esprimere la sua solidarietà.

Marradi suore sfratto convento
Le quattro suore di Marradi non mollano (archivio Getty Images)