Disastro aereo, l’Iran ammette: “Abbattuto dai militari per errore umano”

Dopo le pesanti accusedel presidente del Canada, appoggiato da Trump, l’Iran ammette. Disastro aereo causato da un errore umano dei militari.

Disastro Aereo
Il disastro aereo a Teheran (via Getty Images)

Una dichairazione che ha sorpreso tutti, fatta eccezione per Usa e Canada. Infatti questa mattina, dopo appena quattro giorni dalla caduta del boeing 737 ucraino contenente 176 persone, l‘Iran ha preso posizione, ammettendo l’errore.

Infatti il governo iraniano si è preso le proprie responsabilità, affermando che il disastro aereo è avvenuto a causa di un errore umano delle proprie milizie.

Così il presidente iraniano, Hassan Rouhani, tramite il suo profilo Twitter ha dichiarato: “La Repubblica islamica dell’Iran si rammarica profondamente per questo errore disastroso“. Rouhani ha poi continuato: “Le indagini proseguiranno per identificare e perseguire gli autori di questa ‘grande tragedia’ e “questo sbaglio imperdonabile“.

Il presidente iraniano, infine ha candidamente ammesso che l’aereo commercilae ucraino è stato scambiato dai propri militari per un aereo nemico. Un errore grossolano, che però  è costata la vita a ben 176 persone innocenti. Prima delle ammissioni e delle scuse di Rohani, il governo iraniano aveva negato di aver abbattuto l’aereo.

Disastro aewreo, l’Iran promette pene per chi ha sbagliato

Disastro Aereo
I resti del boeing ucraino (via Getty Images)

Così dopo la presa di posizione, Teheran promette gravi sanzioni e punizioni per chi ha sbagliato ed ha lanciato missili in direzione dell’aereo della Ukraine Airlines.

Teheran ha così rivolto le più sentite condoglianze verso le famiglie delle virrime, aggiungendo che ci saranno “riforme essenziali nei processi operativi per evitare simili errori in futuro“. Inoltre il Governo perseguirà legalmente coloro che hanno commesso l’errore.

Ma nonostante lo stesso presidente Hassan Rouhani abbia ammesso le proprie responsabilità, non sono state risparmiate delle critiche a Washington. Infatti, proprio con il comunicato delle milizie iraniane arriva la pesante accusa.

Il ministro degli Affari Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha puntato il dito contro gli Usa, affermando che “l’errore umano“, è anche causa dell’avventurismo a stelle e strisce. Insomma un’affermazione pesante, che non fa altro che aumetare la tensione stemperata minimamente dalla presa di posizione di Hassan Rouhani.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Politica Estera, CLICCA QUI !