Cori razzisti contro Balotelli, arriva la decisione durissima

Cori razzisti contro Balotelli, oggi arriva una pesantissima punizione per l’uomo colpevole. La legge ha fatto il suo corso, trovando e punendo chi ha infranto le regole. 

Cellino su Balotelli
Mario Balotelli (Getty Images)

Tutti ricordano i cori razzisti intonati contro Balotelli lo scorso novembre 2019. Il centravanti del Brescia era a Verona, a giocare contro l’Hellas in una gara valida per la Serie A. Le squadre stavano dando tutto per cercare di portare a casa tre punti importantissimi. Le due compagini, infatti, neopromosse di quest’anno, sono avversarie dirette alla complessa lotta alla salvezza. Per ora il Verona, però, se la sta cavando nettamente meglio rispetto al Brescia.

Ma oggi ci sono ulteriori novità su quella infausta gara. Come tutti ricordano, infatti, ad un certo punto è successo qualcosa di increscioso che non dovrebbe più far parte dell’umanità nel 2020. Sono stati intonati dei canti discriminatori contro Mario Balotelli, centravanti italiano di origini africane.

LEGGI ANCHE —> Balotelli segna alla Lazio e ottiene un record imbattibile

Cori razzisti contro Balotelli, arriva la decisione durissima

Mario Balotelli (Getty Images)

Sono stati esaminati i filmati della sorveglianza da varie inquadrature. Le telecamere presenti all’interno della struttura hanno permesso alle autorità di fare le giuste rilevazioni e l’uomo che intonava il coro contro Balotelli, facendolo infuriare, è stato individuato. L’uomo, un 38enne di Agrigento, è stato giudicato e condannato dal PM di Verona.

DASPO per il tifoso

Per lui è stato deciso il DASPO nei prossimi 5 anni. Ecco le parole del questore Ivana Petriccia in allegato alla decisione, riporta La Gazzetta dello Sport: L’obiettivo è scongiurare pregiudizi per l’ordine e la sicurezza pubblica. La condotta è ritenuta foriera di un potenziale rischio per l’incolumità delle persone nonché, verosimilmente, idonea a divenire esempio per altri comportamenti discriminatori”. La punizione scelta per l’uomo è davvero molto pesante ed abbraccia tutte le competizioni.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato Milan, Caldara va via e cambia maglia in Serie A

Il tifoso di Agrigento, infatti, non potrà assistere a nessuna gara che si disputa sul territorio nazionale o sul territorio degli Stati dell’Unione Europea. Pertanto gli sarà impedito l’accesso agli incontri disputati dalla Nazionale Italiana, dalla Under 21 e dalle squadre che attualmente giocano nei campionati nazionali di Serie A, B e Lega Pro. Per lui neanche la Coppa Italia potrà essere vista in strutture pubbliche, ma non solo. Gli è escluso l’accesso allo stadio anche per partite di Europa League e Champions League, nonché le amichevoli.