Usa Iran, la guerra influenza i prezzi: cosa cambia nella nostra economia

Usa Iran, la guerra influenza i prezzi: ecco cosa cambia all’interno della nostra economia

Guerra Usa Iran
Usa Iran, la guerra influenza i prezzi: cosa cambia nella nostra economia (Foto: Getty)

Quello che sta succedendo nella regione medio-orientale sta avendo delle ripercussioni internazionali molto forti. L’influenza di questa guerra a distanza, porta a cambiamenti geopolitici ed economici. Dopo la morte del generale Soleimani, con il raid statunitense a Baghdad, l’Iran ha deciso di scendere in campo e far valere le proprie ragioni. Dopo le accuse lanciate dal Capo Supremo Khomeini e dal presidente Rouhani, la teocrazia asiatica è passata ai fatti con l’attacco militare alle basi statunitensi in Iraq, che hanno causato 80 morti durante la notte, con un numero imprecisato di feriti ancora in via di definizione.

A quanto pare, secondo le fonti governative iraniane, questa azione di rappresaglia sarebbe definitiva, come risposta alla morte del generale della Guardie della rivoluzione, e non un primo passo verso un’escalation da terza guerra mondiale. Starà ora al presidente Donald Trump decidere se finirla qui o continuare nel conflitto, come già anticipato da diverse comunicazioni provenienti dalla Casa Bianca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Disastro Aereo, un Boeing precipita dopo il decollo: 170 morti

Usa Ira, la guerra influisce sui prezzi: cosa cambia per la nostra economia

prezzo petrolio
Usa Iran, la guerra influisce sui prezzo: cosa cambia nella nostra economia. Prezzo del petrolio (Foto: Getty)

La guerra tra Usa e Iran ha delle ripercussioni anche sulla nostra economia. Cambiano i prezzi di petrolio e oro, con un rincaro derivante dalle tensioni internazionali che stanno seguendo ai fatti di Baghdad. Il greggio ha toccato cifre record da diversi anni, con il valore del barile che è tornato a superare i 70 dollari nel corso della seduta di ieri, in rialzo di circa il 6,5% rispetto ai valori di un mese fa. Oltre a questo, da segnalare anche l’apprezzamento dell’oro, tornato a valori di oltre 7 anni fa. Il metallo più prezioso viene venduto ora a 1.579 dollari, in aumento di circa il 4% rispetto alla fine del 2019.

Tutto questo influenzerà a cascata anche la microeconomia del nostro paese, così come del resto d’Europa, con un aumento inevitabile della benzina e dei carburanti. Un’inflazione che potrebbe crescere ulteriormente se la tensione politica e militare tra Usa e Iran non cesserà nel corso delle prossime settimane. Al di la dei rischi di terza guerra mondiale, c’è un rischio più concreto di inasprimento della crisi economia che ci riguarda.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Iran, trema la terra: terremoto di magnitudo 4.5 vicino a centrale nucleare

Prezzo oro
Usa Iran, con la guerra aumenta il prezzo dell’oro (Foto: Getty)