Reddito di cittadinanza, rischio sospensione per tanti: la nuova regola

Reddito di cittadinanza, allerta per tutti coloro che ne usufruiscono del sussidio. L’avviso è stato diramato direttamente dall’INPS. 

reddito di cittadinanza
(via WebSource)

Reddito di cittadinanza, c’è un nuovo rischio sospensione per le tante persone che ne usufruiscono. Oltre a chi fa il furbetto come ha dimostrato anche l’ultimissimo Capodanno, il rischio è serio anche per chi non aggiornerà l’ISEE.

Potrebbe interessarti anche —> Napoli, acquistano bottiglie Dom Perignon con carta del Reddito di cittadinanza

Ad annunciarlo è proprio l’Inps. Se non sarà aggiornata la documentazione entro questo mese presso i Caf competenti, il sussidio sarà annullato. E la regola vale anche per altre situazioni analoghe come il bonus bebè 2020. C’è tempo dunque fino al 30 gennaio 2020 per non correre rischi.

Reddito di cittadinanza, rischio sospensione senza aggiornamento ISEE

Ecco quanto si legge dalla pagina Facebook ‘L’INPS per la famiglia’:

Da oggi è possibile richiedere l’ISEE 2020 per confermare il diritto alle prestazioni a sostegno del reddito come il bonus bebè o il reddito e la pensione di cittadinanza.

La mensilità di gennaio delle prestazioni verrà erogata anche in caso di non presentazione del nuovo ISEE. Per ricevere quelle da febbraio in poi l’ISEE va richiesto entro il 31 gennaio 2020. In caso di ritardo le prestazioni verranno sospese per riprendere a ISEE certificato.

Per la compilazione vi rimandiamo al messaggio di settembre che prevede che per ottenere l’ISEE si debbano inserire redditi da lavoro del 2018 (Certificazione Unica e dichiarazione dei redditi 2019), giacenze e saldi di conti correnti postali e bancari, ecc. al 2018.
Il decreto Crescita prevede la possibilità di optare, se più conveniente, per giacenze e saldi 2019. Vi aggiorneremo come di consueto su questo ultima possibilità nei prossimi giorni.