CONDIVIDI

Orrore sulla spiaggia, capodoglio esplode con più di 100 kg di rifiuti dentro lo stomaco

Capodoglio in spiaggia
Orrore in spiaggia, capodoglio esplode con 100 kg di rifiuti dentro (Foto: Getty)

Per la serie storie vere, fatti incredibili ma realmente accaduti, oggi vi vogliamo raccontare una vicenda che risale ad oltre un mese fa ed è accaduta in Scozia.

Esperti di salvataggio in mare hanno parlato di una “allarmante e vergognosa” presenza di un capodoglio al largo dell’Isola di Harris, nelle Ebridi Esterne, in Scozia. La balena è stata trovata morta sulla spiaggia con oltre 100 kg di rifiuti nello stomaco.
Reti da pesca, corde, cinghie da imballaggio, sacchetti e bicchieri di plastica erano tra gli oggetti scoperti in una massa compatta.

Il capodoglio si è arenato su banchi di sabbia al largo dell’Isola di Harris, ai primi di dicembre, quando è stata ritrovata dalle autorità scozzese di assistenza agli animali marini.

Non è chiaro se la quantità di detriti trovati nel suo stomaco abbia contribuito alla morte, ma le autorità hanno descritto la quantità di plastica nel suo stomaco come “orribile”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Come bruciare 170mila euro, distrugge la Ferrari per il suo compleanno – Foto

Orrore in spiaggia, capodoglio esplode con 100 kg di rifiuti nello stomaco

Capodoglio spiaggia
Orrore in spiaggia, capodoglio esplode in spiaggia con 100 kg di rifiuti nello stomaco (Foto: Getty)

Un portavoce ha dichiarato che l’animale è “esploso” subito dopo essere morto, per la tale quantità di oggetti presenti al suo interno.

Ha detto: “Quando siamo arrivati, era spirato da 48 ore e praticamente la maggior parte delle viscere è esplosa di lato quando ci abbiamo infilato un coltello”.

Nello stomaco di questa balena c’erano circa 100 kg di detriti marini – un’intera gamma di plastica tra cui sezioni di rete, fasci di corda, tazze di plastica, borse, guanti, cinghie di imballaggio e tubi“.

Poi ha aggiunto: “Tutto questo materiale si trovava in un’enorme palla nello stomaco e apparentemente sembrava che fosse lì da diverso tempo“.

Questa quantità di plastica nello stomaco è comunque orribile e serve a dimostrare, ancora una volta, i rischi che i rifiuti marini e gli attrezzi da pesca persi o scartati possono causare alla vita marina”.

Il capodoglio è stato sepolto nei paraggi, facendo tornare la spiaggia alla normalità dopo un’intensa opera di pulizia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maltrattamento animali, Cassazione: è reato se non si ricorre al veterinario