Bollette, dal 1° gennaio è cambiato il bonus sociale: i nuovi tetti

Bollette, con l’inizio del nuovo anno sono anche cambiati i parametri e i tetti per il cosiddetto ‘bonus sociale’. Vediamo come funziona.

Bollette luce gas bonus sociale
Bollette di gas e luce, cambia il bonus sociale (via Websource)

Bollette, il ‘bonus sociale‘ è stato ideato per venire incontro alle famigflie con basso reddito. E dal 1° gennaio 2020 è cambiato qualcosa in meglio perché il tetto dell’Isee per aderire aòlle agevolazioni è stato alzato, anche se restano poche le categorie di famiglie che possono aderire.

Al bonus sociale possono infatti accedere nuclei familiari in possesso di un Isee non superiore agli 8.265 euro (nuova soglia). Oppure quelli con almeno quattro figli a carico e un Isee che non superi i 20mila euro annui. O ancora le famiglie titolari di un Reddito o Pensione di cittadinanza, oltre a chi affronta casi di grave malattia e la necessità di utilizzo di apposite apparecchiature mediche. Inoltre i titolari di Reddito di cittadinanza hanno diritto al bonus luce e gas anche nel caso in cui l’Isee sia superiore agli 8.265 euro.

Questa cifra rappresenta una novuità. Fino al 2019 infatti il tetto massimo era fissato in 8.107,5 euro. E così si calcola che potranno accedere altre 200mila famiglie in più. Il ‘bonus sociale’ vierrà riconosciuto per un periodo di dodici mesi, al termine dei quali il cittadino dovrà rinnovare la richiesta per poter usufruire di un nuovo bonus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus bebè e famiglie: novità e incentivi per il 2020

Bollette di luce e gas, come presentare domanda per il ‘bonus sociale’

Bollette luve bonus sociale
Energia elettrica, nel 2020 si inizia al risparmio (via Websorice)

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha alzato leggermente la soglia di chi può accedere al bonus. Ma rimangono invariate le condizioni per presentare la domanda così come le modalità. Può essere richiesto direttamente al Comune di appartenenza, presso un CAF o un patronato. Oppure scaricando direttamente i moduli online dal sito dell’ARERA.

Per presentare la domanda servono:

Documento di identità in corso di validità
Modulo A correttamente compilato con i dati delle utenze
Attestazione ISEE in corso di validità
Allegato Codice Fiscale con i componenti del nucleo ISEE
Eventuale Delega

Il valore del ‘bonus sociale’ viene stabilito annualmente dall’ARERA e permette un risparmo fino  al 20%, al netto delle imposte, sula spesa annua per l’energia elettrica. Per l’anno 2020 sarà di 125 € per le famiglie con uno o due componenti, 153 € per le famiglie di tre o quattro componenti e 184 € per le famiglie con oltre quattro componenti.

Per quello che riguarda il gas non esiste una cifra fissa. Dipende dal numero di persone residenti nell’abitazione, ma anche dalla tipologia di utilizzo del gas e dalla zona climatica di residenza. In ogni caso l’importo del Bonus viene inserito direttamente all’interno delle Bollette ed è suddiviso nei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

Il rinnovo del ‘bonus sociale’ non è automatico. Trenta giorni prima della scadenza dei 12 mesi di copertura bisogna presentare il rinnovo della domanda, solo se permangono  le condizioni di ammissione.