C’è un’altra Terra abitabile: la fantastica scoperta

C’è un’altra Terra a 100 anni luce da noi: la clamorosa scoperta è stata annunciata nelle ultime ore in un convegno di astronomia. A scovare il corpo celeste è stato il telescopio della Nasa. 

C’è un’altra Terra tra l’oceano di stelle che osserviamo ogni sera. Ed è stata scoperta proprio ultimamente, annunciata nelle ultime ore a Honolulu durante un convegno di astronomia.

Il pianeta questione è chiamato TOI 700 d, ed è distanze 100 anni luce da noi. E’ stato individuato da Tess, il cacciatore di pianeti della Nasa.

Scoperta una ‘gemella’ della Terra

Nel gruppo di ricerca ci sono anche due italiani. Uno di questi è Giovanni Covone, astrofisico dell’università Federico II di Napoli nonché associato dell’Inaf e dell’Infn. Ossia l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn). L’altro nostro rappresentante è Luca Cacciapuoti, studente genio della medesima università citata.

Potrebbe interessarti anche —> Orrore sulla spiaggia, capodoglio esplode con 100 kg di rifiuti dentro

Oltre alla gemella della Terra, il telescopio spaziale ha individuato altri due pianeti in orbita di una stella. Ma è appunto il nostro clone il punto più interessante. Più grande della Terra del 20%, ha sempre la stessa faccia rivolta alla sua stella.

Ma questo – per gli esperti – comunque non preclude vita potenziale. Gli scienziati, tuttavia, si che tipo di vita si potrebbe originare su un corpo che non vive l’alternanza di giorno e notte. Seguiranno indagini a riguardo.