Albero di Natale abbattuto dai vandali nella Galleria Umberto

L’albero di Natale di Galleria Umberto a Napoli è stato abbattuto dai vandali a poche ore dalla rimozione

Albero di Natale
Albero di Natale

Il consueto albero di Natale che ogni anno viene allestito dentro Galleria Umberto a Napoli quest’anno era scampato al suo furto, ma stanotte alcuni vandali hanno deciso di abbatterlo a poche ore dalla rimozione che sarebbe avvenuta oggi. Ad organizzare nel periodo delle feste il suo montaggio da 35 anni è il commerciante Antonio Barbaro. L’albero in questi ultimi anni, però, è diventato famoso per le continue sparizioni per mano delle baby gang. Nel dettaglio, i vandali stavolta lo hanno fatto cadere spezzandone i rami, poi hanno strappato le lettere. Probabilmente, secondo quanto riportato da La Repubblica, l’idea era anche quella di portarlo via ma una volante della polizia non ha fatto sì che questo avvenisse.

Questo il commento di Antonio Barbaro: “Allestisco l’albero da 35 anni, nessun atto vandalico potrà farmi fare marcia indietro. I napoletani e i turisti che visitano la Galleria non possono non trovare un segno festoso e beneaugurante”.

Albero di Natale, il possibile motivo del suo furto

Tra i possibili motivi dei continui furti di anno in anno ci sarebbe la tradizionale festa di Sant’Antonio il 17 gennaio. A Napoli, come in altre città, è usanza in quella sera accendere grossi falò e cosa c’è di meglio che il tronco ed i rami di un albero?

Oltre a questi, si lascia brucia anche la cosiddetta ‘roba vecchia’ per dare il benvenuto al nuovo anno. I roghi più famosi della zona sono quelli del Borgo di Sant’Antonio e nei quartieri di Forcella e della Sanità. L’evento, oltre ad onorare il santo, caccia via anche il malocchio.

Ricordiamo che non va confuso questo Sant’Antonio, da Abate, con quello da Padova che si festeggia il 13 giugno.

LEGGI ANCHE—> Roma, tragedia in Metro: una donna travolta da un treno