Hacker iraniani attaccano sito americano: spunta Trump preso a pugni – FOTO 

Hacker iraniani hanno attaccato il sito del Governo americano: spunta un fotomontaggio con Dunald Trump preso a pugni e c’è un ulteriore messaggio chiaro per gli USA. 

Cresce ora dopo ora la tensione tra gli Usa e il Medio Oriente. Dopo i missili lanciati a Baghdad, ora si registra anche un attacco hacker nei confronti del sito del governo statunitense.

Baghdad
Baghdad (Getty Images)

USA, l’attacco degli hacker iraniani

La home page del Federal Depository Library Program, la piattaforma che raccoglie le pubblicazioni del governo americano, è stato manomesso da un gruppo di hacker iraniani.

E’ così apparto un fotomontaggio dove appare Donald Trump preso a pugni, con un messaggio che sottolinea come questo “sia solo una piccola parte delle abilità cibernetiche dell’Iran”.

C’è poi un ulteriore avviso nei confronti nel Paese dopo la morte del generale Qasem Soleimani. Ossia: “Questo è un messaggio della Repubblica islamica dell’Iran. Non smetteremo di dare il nostro supporto agli amici della regione: il popolo oppresso della Palestina, il popolo oppresso dello yemen, la popolazione e il governo siriani, la popolazione e il governo dell’Iraq, il popolo oppresso del Bahrein, la vera resistenza mujaheddin in Libano e Palestina”.

Potrebbe interessarti anche —> Miss Universo, la storia di Gazini è un vero inno alla vita – VIDEO

“Il martirio è stato la sua ricompensa per anni di sforzo implacabile”, si legge in merito alla morte di Soleimani. Sito offline e non più accessibile dopo l’attacco. Come riferisce un portavoce, malgrado la firma nel ‘comunicato’, ancora non vi è la totale certezza che l’attacco sia avvenuto da un gruppo hacker vicino al governo iraniano.