Samantha Cristoforetti ha detto basta, tutte le ragioni dell’addio

Samantha Cristoforetti, per tutti Astro Samantha da quando è diventata la prima italiana nello spazio, se n’è andata. Da oggi non fa più parte dell’Aeronautica Militare.

Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti non fa più parte dell’Aeronautica Militare
(Getty Images)

Samantha Cristoforetti sarà per sempre la prima donna italiana nello spazuio e questo non glie lo toglie nessuno. Ma oggi intanti si è sfilata la divisa dell’Aeronautica militare, confermando quello che aveva annunciato alla vigilia del nuovo anno.

Una decisione assolutamente a sorpresa, perché non cp’erano stati preavvisi della rottura in atto.  In giornata le ultime formalità: Samantha nella base del 51° stormo di Istrana (in provincia di Treviso), ha dato l’addio all’arma con una cerimonia ufficiale. Va in congedo a 42 anni, da mamma, ma continuerà le sue missioni anche in volo nello spazio.

Il colonnello Massimo Pasqua durante la cerimonia le ha consegnato il simbolo del Reparto e l’ha accompagnata per il saluto alla bandiera. Così fa l’Aeronaurica per quelli che vanno in congedo o vengono trasferiti. Come sarà per la Cristoforetti che è stata salutata anche dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini: “Oggi lascia la grande famiglia della Difesa ma sarà sempre una risorsa per il Paese. Grazie per il lavoro che ha fatto in oltre 18 anni di servizio e per aver dato lustro al Tricolore che ci rappresenta. Siamo certi che continuerà a fare sempre di più nei prossimi anni per l’Italia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Samantha Cristoforetti: decisione a sorpresa per il 2020 

Astro Samanta saluta l’Aeronautica, poche parole spiegano i motivi

Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti, un addio polemico all’Arma (Getty Images)

Samantha Cristoforetti ha detto addio alla divisa e con un lungo messaggio su Twirtter ha spiegato anche i motivi. Fino ad oggi si erano moltiplicate le vioci e quelle piàù accreditate parlavano di dissidi insanabi con i vertici. Una delle ipotesi era che qualcuno le avesse messo presisone per rinucbniare alla prossima missione nello spazio.

Lei in parte lo comferma. “Ho avuto modo di esprimere alla Forza Armata, nelle sedi appropriate, il mio disaccordo riguardo ad alcune situazioni. E contestualmente ho ritenuto per coerenza e per mia serenità di congedarmi. In schiettezza reciproca e senza alcuna polemica”.

Quindi resterà in forza all’ESA, l’Ente Spaziale europeo. E vuole tgormare nello spazio, come aveva fatto rimanendo per 199 giorni consecutivi nella stazione spaziale internazionale Iss. Da allora per tutti era diventata AstroSamantha (come è anche sul suo profilo Twitter). Un addio in parte polemico perché “da Esa dipendo per l’impiego quotidiano e da Esa percepisco lo stipendio. L’appartenenza alla Forza Armata ha avuto negli ultmii 10 anni un valore simbolico e affettivo”.

Però ha anche specificato di non sentirsi oggetto di discriminazione di genere. Inoltre ha sempre avuto il massimo appoggio da parte del ministero e le è stato assicurato che potrà fare un secondo volo nei prossimi anni. “A tutte le donne e a tutti gli uomini dell’Aeronautica Militare e delle Forze Armate il mio grazie, da cittadina italiana, per il servizio che prestano al Paese. Sono stata orgogliosa di essere stata una vostra collega”,. ha concluso.