WhatsApp, giro di vite: perché il 2020 sarà un anno “da incubo”

0

WhatsApp continua a lavorare in virtù di una maggiore sicurezza dei propri utenti, e a partire dal 2020 potrebbero esserci parecchie novità

Mark Zuckerberg fa sul serio e cambia radicalmente WhatsApp e la sua filosofia. Sono tante le novità previste per il 2020 sull’app di messaggistica acquistata dal colosso di Facebook, alcune delle quali sono indirizzate ad una maggior tutela degli utenti. E sarà un anno “da incubo” proprio per i trasgressori, cioè per chi non rispetta il regolamento d’uso che WhatsApp ha bello specificato in un link apposito. Nel corso di tutto il 2019 il team di sviluppo dell’applicazione ha lavorato principalmente nell’ottica di garantire una maggiore sicurezza ai propri utenti, anche in virtù delle enormi polemiche che ogni giorno si sviluppano intorno ai pericoli che offre un’assenza di controllo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incredibile WhatsApp, arriva l’applicazione che recupera i messaggi cancellati

Le novità del 2020: arriva “l’espulsione” per i trasgressori

WhatsApp 2020
©Getty Images

Una delle novità più interessanti che sta cercando di proporre WhatsApp a partire dal 2020 è la possibilità di istituzionalizzare una misura restrittiva già sperimentata per tutto l’anno, ovvero il ban contro i trasgressori. Una “espulsione” in piena regola per chi sarà accusato di non aver rispettato la netiquette della chat, con la chiusura definitiva dell’account e un controllo sempre più serrato su chi prova ad entrare “dalla porta di servizio”. Se nel 2019 si è contato oltre un milione di ban, si prevede che per il 2020 i numeri possano anche crescere di parecchio.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, ecco le principali novità del 2020 – VIDEO

Ban da WhatsApp, in che modo si rischia di perdere l’account

Sono tante le ragioni che potrebbero portare a perdere il proprio account WhatsApp. Una delle principali è chi mette in serio pericolo la sicurezza di altri utenti. Come ad esempio i malware e gli spyware: chi viene beccato in questa attività truffaldina potrebbe essere cacciato dal social. Tolleranza zero anche per chi invia in continuazione i messaggi di spam e per chi utilizza app compatibili, ovvero le piattaforme terze per ricevere servizi aggiuntivi. Bisognerà soltanto capire per quali “reati” WhatsApp considererà l’espulsione solo temporanea e per quali invece sarà definitiva.

LEGGI ANCHE >>> Meglio Telegram o WhatsApp? Vi spieghiamo come personalizzarlo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui