Smartphone esplode in carica: donna muore carbonizzata

0

Terribile tragedia per un’abitudine quotidiana: uno smartphone esplode in carica e costa la vita di una giovane donna di appena 33 anni. Di seguito la ricostruzione. 

Smartphone esplode in carica

Thailandia, smartphone esplode in carica: morta una donna. Ma non è stato lo scoppio a portare tutto in tragedia, piuttosto le fiamme che sono poi divampate dallo stesso.

Smartphone esplode in carica

Il terribile incidente è avvenuto a Nakhon Si Thammarat, una delle principali città del Paese. La sfortunata protagonista, di soli 33 anni, era a letto che dormiva insieme a suo marito di 36. Poi la tragedia: il cellulare si è sovraccaricato ed seguita la deflagrazione.

I due però si sono accorti delle fiamme soltanto quando ormai erano piuttosto alte e il fumo era intenso. E mentre l’uomo è riuscito a scappare prima di perdere i sensi, la donna è rimasta invece intrappolata nell’abitazione.

Potrebbe interessarti anche —> Torino, suona chitarra mentre viene operato al cervello per un tumore – VIDEO

Quando poi sono sopraggiunti i vigili del fuoco, ormai non c’era più nulla da fare: della povera vittima non restava altro che il cadavere carbonizzate. E’ morta bruciata viva. Il coniuge, invece, lotta tra la vita e la morte a causa delle molteplici ustioni e del gas respirato mentre tentava di mettersi in salvo.

Secondo quanto appurato dalle forze dell’ordine, l’incendio è stato causato da un corto circuito di uno smartphone collegato alla rete elettrice durante la notte. Una piccola abitudine quotidiana è costata una giovane vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui