Lutto per Mourinho, arriva il ricordo commosso: “Era la mia famiglia”

Un Natale dal sapore amaro per il tecnico portoghese, Josè Mourinho. Provato davanti ai giornalisti, il mister ha ricordato un suo caro

Mourinho
Il ricordo commosso di Mourinho (via Getty Iamges)

Il suo Tottenham sta continuando a risalire la china successo dopo successo. Anche nel boxing day, la squadra di Josè Mourinho ha ottenuto una bella vittoria contro il Brighton, eppure per il tecnico a fine partita c’è stato poco da esultare.

Lo “Special One” si è presentato in conferenza stampa con una faccia provata, lasciando andare via qualche emozione, che per il tecnico è qualcosa di raro. Andiamo quindi a scoprire a chi era rivolto il commosso saluto del tecnico.

Josè Mourinho, l’ultimo saluto in conferenza stampa

Mourinho
Lo “Special One” si confronta con Eriksen (via Getty Images)

Così davanti a tutti i giornalisti in conferenza stampa, Mourinho non ce l’ha fatta ed ha lasciato andar via qualche lacrima. Il tecnico ha pianto la scomparsa del suo amato cane, “Leya“.

Davanti ai giornalisti il portoghese ha dichiarato: “Per essere onesti è stato un Natale difficile” ha rivelato l’allenatore Il mio cane è morto, lui era la mia famiglia“. Il mister ha poi concluso l’intervista affermando: “Ma bisogna andare avanti“.

Un rapporto davvero speciale quello tra lui e la piccola Leya. Per il suo cane, lo “Special One” finì addirittura in manette. Infatti dopo averlo portato con sè all’estero, “Mou” decise di reintrodurlo in Inghilterra, ma senza le dovute vaccinazioni. Così davanti alla richiesta della Scotland Yard di consegnare il cane al servizio veterinario, il portoghese si rifiutò, finendo in manette.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo del Calcio, CLICCA QUI !