Puglia, sequestrano e picchiano un 16enne per farlo confessare

0

Terribile episodio di violenza in Puglia, dove un 16enne è stato picchiato e sequestrato. Gli aggressori volevano fargli confessare il reato a tutti i costi

Puglia
Terribile episodio di violenza in Puglia (via Getty Images)

Un episodio di una violenza inaudita avvenuto in Puglia ha scosso l’intera regione. Infatti, un ragazzo di appena 16 anni è stato sequestrato e picchiato, il tutto per fargli confessare un reato.

Gli aggressori avrebbero portato il ragazzo in aperta campagna, e poi muniti di una spranga di ferro lo hanno iniziato a colpire violentemente, pur di fargli confessare quanto commesso dal ragazzo. Andiamo a scoprire tutti i dettagli dell’aggressione.

Puglia, il movente dell’aggressione al 16enne

Puglia
16enne aggredito per fargli confessare il reato (via Web Source)

Ben tre uomini si sarebbero scagliati contro il ragazzo, aggredendolo con una ferocia inaudita. Tutto pur di far ammettere al giovane di aver bruciato la macchina di uno dei tre.

I tre aggressori di 43, 42 e 36 anni adesso sono accusati per sequestro di persona, violenza privata e lesioni personali aggravate, porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Inoltre il ragazzo di 16 anni, secondo le prime indiscrezioni, avrebbe effettivamente dato fuoco all’auto del 43enne. L’azione del giovane sarebbe dettata dalle continue offese dell’uomo nei suoi confrontie verso sua madre.

Inoltre sempre il 16enne avrebbe confessato il tutto in caserma, senza però parlare delle aggressioni ricevute dai tre uomini, per evitare ulteriori ripercursioni. Ai militari avrebbe confessato di essere ferito a causa di una caduta in bicicletta. L’episodio è avvenuto nella provincia Barletta-Andria-Trani, dove i Carabinieri continuano ad indagare sulla faccenda.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui