Psicologia: scoperti i complessi peggiori per l’essere umano

0

Uno studio sulla psicologia umana, ha portato alla scoperta dei peggiori complessi per la popolazione. Al primo posto troviamo quelli di natura estetica

Psicologia
I peggiori complessi per la psicologia umana (via WebSource)

Siamo alle soglie del 2020, e come ben sappiamo viviamo in una società frenetica, dove si deve ottenere tutto e subito, dove l’apparire è più importante dell’essere.

Il mondo in cui viviamo, influisce inevitabilmente sulla psicologia umana. Chiunque pur di star bene, ma soprattutto di sentirsi accettato, farebbe di tutto pur di omologarsi alla massa e questo influisce negativamente sulla nostra personalità. Scopraimo quindi, qual è il complesso che colpisce maggiormente la popolazione mondiale.

Psicologia, il complesso di natura estetica guida la classifica

Psicologia
I peggiori complessi sono quelli estetici (via Pixabay)

Così per scoprire qual è il complesso che maggiormente colpisce la popolazione mondiale, un team di esperti ha intervistato un gran numero di adolescenti e ragazzi, per approfondire la questione.

Il risultato è stupefacente, con ben il 46% degli intervistati, che imputa all’aspetto estetico l’origine dei propri complessi. Inoltre di questa fetta di intervistati, ben l’80% ha confessato che scuola e lavoro influirebbero in maniera negativa sulla personalità, ed incrementerebbero questo tipo di complessi.

Questo campione di intervistati ha confermato che la società attuale influisce sulla psiche umana.

Subito dopo i complessi dinatura estetica, il 42% ha confidato disagi relazionali, dovuta soprattutto all’uso costante ed incessante dei social. Uno degli intervistati avrebbe confermato: “Per colpa del mio corpo non riesco a sentirmi a mio agio nel rapporto con gli altri“.

Solamente il 12% degli intervistati, avrebbe affermato che l’origine dei propri complessi sarebbe un senso di inadeguatezza più profondo.

La ricerca degli esperti, ha fatto evincere che questi complessi sorgerebbero soprattuto nell’età dell’adolescenza, grazie alla conferma del 76% dei dati analizzati. Mentre il restante 24%, afferma che i complessi sarebbero sorti dopo i 20 anni.

Ad influire negativamente sulla persona è anche il percorso di crescita, che non tutti riescono ad affrontare, ed una buona fetta di popolazione trova difficoltà nel rafforzare la propria persona. Solamente affrontando questo percorso di crescita, però, si riuscirebbe a superare questi complessi.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato su Salute & Benessere, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui