Giulia De Lellis: “Colleghe si vendono. Io gelosa, a volte ho menato” 

0

Parla Giulia De Lellis. La nota influencer, pronta al debutto anche come attrice, ha rilasciato un’intervista interessante ai microfoni di ‘Vanity Fair’. 

Giulia De Lelis Festival di Sanremo
Giulia De Lellis, il sogfno del Festival di Sanremo è tramontato? (Getty Images)

Giulia De Lellis senza peli sulla lingua. Fresca dei numeri record con la vendita del suo libro ‘Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza!’, la nota influencer romana, ora è pronta a debuttare come attrice, non le manda a dire nel corso di un’intervista a ‘Vanity Fair’. 

Quando si parla delle colleghe e dei loro atteggiamenti, la De Lellis replica infatti così: “La verità? Penso che molte volte abbia ragione. Perché tante mie colleghe, non tutte ma tante, si vendono e basta. Per cinque o diecimila euro sono pronte a sponsorizzare tutto, anche le cose che non amano, anche quelle che non si metterebbero mai”. 

giulia de lellis2

Giulia De Lellis, intervista a ‘Vanity Fair’

L’ex corteggiatrice di ‘Uomini e donne’ evidenzia come la sua politica sia differente: “Invece la mia storia insegna altro: empatia e autenticità. […] Non mi offendo se qualcuno mi scambia per superficiale. Mi offendo se qualcuno mi dà della venduta. Io non ho mai mostrato, promosso o esposto qualcosa che non mi convinceva, che non ho provato per prima, che non ho amato io stessa. L’onestà, l’empatia, l’autenticità di quello che faccio mi hanno portato dove sono”.

Una condotta di cui la 23enne va fiera: “In quanti possono dire la stessa cosa? In quanti davvero credono nel lavoro e amano tutto quello che promuovono? Forse bisognerebbe partire da lì, dal profondo rispetto che hai per quello che fai, per capire il cambiamento dei social, la rivoluzione in atto e forse anche un po’ del mio talento”.

Potrebbe interessarti anche —> Miriam Leone cambia tutto: fan su Instagram in visibilio – FOTO

E a proposito del libro, la De Lellis parla anche dell’uomo che ha scatenato il testo: l’ex fidanzato Andrea Damante. “Un rapporto che non funziona è sempre brutto”, racconta. “A 20 anni, poi, è il mondo che finisce. Ricordo il momento esatto in cui l’ho capito: in Kenya, all’alba di una mattina spettacolare. Eravamo insieme, io e lui, su una mongolfiera. Sotto di noi la savana, gli animali, un panorama mozzafiato. Però lo stavo guardando da sola, anche se c’era lui accanto a me. Così vicino, così lontano. In quel momento ho capito che l’amore non basta. Mi sono detta: benvenuta nel mondo degli adulti, Giulia!”. 

Ora il suo cuore è solo per Andrea Iannone: “Una volta, quando l’ho visto cadere, mi si è fermato il cuore. In pista, i rumori sono assordanti, non sentivo più niente. Poi l’ho visto rialzarsi, mi sono detta, si sarà rotto un dito o una gamba ma almeno è vivo. Sto male sempre ma non glielo dico. Perché la passione non si giudica né si ferma. Però non deve farmi diventare gelosa, quello no”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui