CONDIVIDI

Salvini e la Lega stanno combattendo una dura battaglia iin vista delle regionali in Emilia Romagna del 26 gennaio. Ma l’opposizione si fa dura.

Lucia Borgonzoni Matteo Salvini Bolgna
Lucia Borgonzoni e Matteo Salvini (Instagram)

Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni, candidata della Lega appoggiata dal Centrodestra, stanno provando a riscrivere la storia in Emilia Romagna. Qui il 26 gennaio prossimo sono in programma le elezioni regionali  e la campagna elettorale sta diventando sempre più complicata.

Lo denuncia oggi il leader della Lega, e con lui anche la stessa Borgonzoni, con un video su Facebook. Questa mattina in via Martoni alcuni attivisti della Lega avevano posizionato un banchetto per fare informazione. Ma sono stati circondati, come mostrano le immagini, da diverse persone. Queste hanno impedito di fatto ai passanti di avvicinarsi, distrivuewndo anche in volantino firmato ‘Anarchici’.

La senatrice Borgonzoni è indignata: “”Ecco a voi gli stessi ‘democratici’ che anche il 14 novembre, in occasione della nostra iniziativa al Paladozza, manifestavano contro di noi”. Definire i leghisti ‘populisti e razzisti’, come si legge nel volantino corrisponde a “parole e azioni che sanno di minaccia. Non ci lasciamo intimidire. Grazie a chi ci sta manifestando la propria solidarietà, grazie alle forze dell’ordine, intervenute per garantire la sicurezza”.

E Matteo Salvini rilancia: “Roba da matti. Questa mattina a Bologna, alcuni anarchici hanno accerchiato il banchetto della Lega, intimidendo chi cercava di avvicinarsi e distribuendo volantini minatori. E loro sarebbero quelli ‘aperti e democratici’. Alla loro violenza risponderanno le nostre idee e il voto, quello sì democratico, di milioni di emiliani e romagnoli il prossimo 26 gennaio. Grazie a tutti quelli non mollano e continuano a portare avanti le idee della Lega, pacificamente e senza rancore”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> No Tax Day, Salvini e la salvezza nazionale: le sue 5 priorità

Elezioni in Emilia Romagna, le proiezioni degli ultimi sondaggi

A 40 giorni dal voto, quali sono le proiezioni per il nuovo governo del’Emilia Romagna? In teoria sarà testa a testa tra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni. Il sonsaggio più frecso è quello realizzato per Affaritaliani.it da MG Researc. Entrambi i candidati osciallano tra il 42,5 e il 46,5%.

La Borgonzoni ha perso mezzo punto rispetto a quindici giorni fa Bonaccini è salito dello 0,5%. E il candidato del Movimento 5 Stelle è cresciuto di mezzo punto arrivando all’8,5% (7,5-9,5). Tra i partiti la Lega è al 32,5% e Fratelli d’Italia al 7%. Il Partito Democratico è salitodi poco e il totale del Centrosinistra è al 41%.

Un paio di giorni fa invece secondo Noto Sondaggi, per Porta a porta, Bonaccini si attesterebbe infatti tra il 45 e il 49% e la Borgonzoni tra il 41 e il 45%. In ogni caso è in vista un duello punto a punto.