Moglie Nainggolan e la malattia: “Per ora non ho una vita normale…” 

0

Moglie Nainggolan, continua la lotta contro il cancro annunciato lo scorso 11 luglio. Via social, la donna ringrazia Francesco Totti per un aiuto benefico e non nasconde la sofferenza di questo periodo. 

Era l’11 luglio scorso quando Claudia Lia, moglie del calciatore Radja Nainggolan, annunciava la sua lotta contro il cancro. Oggi, cinque mesi dopo, la donna sarda, mamma di due splendide bambine, è ancora alle prese con la malattia tra mille sofferenze fisiche e non solo.

Moglie Nainggolan, lo sfogo

Ma nonostante ciò è comunque attiva sul sociale. E attraverso il proprio profilo Instagram ha postato il seguente messaggio, con tanto di foto di Francesco Totti mentre esibisce la sua storica numero 10 autografata: “Ringrazio di cuore tutti i ragazzi che hanno sostenuto la mia iniziativa, donandomi le loro magliette…”.

Da lì l’inevitabile sfogo: “E’ un periodo molto critico della mia vita, cerco di affrontare tutto come se fossi la persona più sana al mondo ma poi arrivano le mazzate che mi ricordano che io per ora una vita normale non c’e l’ho.. mai abbattersi ovviamente, perché tutto si risolve.. cosi dicono! (Ci voglio credere) e grazie a te CAPITA’ x questo scatto. L’asta parte da 100€”. 

https://www.instagram.com/p/B6DVGYhnzKB/

L’iniziativa benefica

La donna aveva spiegato il suo progetto già due settimane fa sempre via social:

Campagna di sensibilizzazione contro il TUMORE… avete anche solo una vaga idea di come si senta una persona colpita da questo male? (Indipendentemente dal posto in cui viene localizzata la bestia). Avete una vaga idea di quante persone al mondo siano state attaccate dal mostro e lottano ogni giorno una guerra di sopravvivenza? Avete una vaga idea di quanto costa, a livello fisico, mentale ed economico, lottare per non morire?

Ma soprattutto, avete una vaga idea di quanto BAMBINI vivano la loro vira in ospedale nella speranza di passare un Natale felice a casa, con il calore della famiglia, passare un Natale normale come ogni bambino di questo mondo merirerebbe? Tanti di noi ne sono consapevoli, tanti no. Ogni giorno viviamo la nostra QUOTIDIANITA’ senza pensare a chi sta peggio di noi, quando basterebbe poco per fare FELICE il prossimo… e se tutti noi fossimo uniti per aiutare chi non ha la possibilità? Ho creato UNA CARTA PREPAGATA affinché ognuno di noi potrà, se vuole e il nodo totalmente anonimo, contribuire all’acquisto dei doni Natalizi per bambini AFFETTI DA QUESTA MALATTIA ricoverati a Cagliari. Inoltre a partire da domani terrò sul mio profilo un’ASTA DI BENEFICENZA CON LE MAGLIE DEI CALCIATORI (e non solo) che ne pensate?

Potrebbe interessarti anche —> La storia di Santa Lucia: perché si fanno i regali ai bambini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui