Gran Bretagna, si va al voto per il Brexit: seggi aperti fino alle 22

0

Arriva il giorno cruciale per il futuro della Gran Bretagna. Si va al voto per il Brexit: sfida tra il premier Boris Johnson ed il laburista Jeremy Corbyn

Gran Bretagna
Brice Johnson, sovranista e grande favorito delle elezioni (via Getty Images)

Oggi è un giorno cruciale per il futuro della Gran Bretagna. infatti sono stati aperti i seggi per il voto a favore o contro la Brexit. I seggi infatti sono stati aperti dalle ore 07:00, in ben 650 collegi elettorali sparsi tra Inghilterra, Scozia, Galles ed Irlanda del Nord. Il popolo britannico avrà la possibilità di votare fino alle 22:00.

Così starà al popolo decidere se ha ragione l’attuale premier Boris Johnson, sovranista ed attualmente favorito, ed il laburista Jeremy Corbyn, europeista e che al momento sembrerebbe essere indietro, e non di poco, nei sondaggi.

Gran Bretagna, il terzo ritorno alle urne in quattro anni

Gran Bretagna
Lo sfidante, il laburista Jeremy Corbyn (via Getty Iamges)

Se gran parte del popolo britannico vuole l’uscita dalla comunita europea, c’è anche una grande fetta di britannici che invece vuole rimanerci in Europa. E così dopo le votazioni del 2015 e 2017, si torna nuovamente alle urne.

Si cercherà di fare il prima possibile per comunicare il verdetto al popolo, con lo spoglio elettorale che inizierà subito dopo la chiusura dei seggi. Inglesi, gallesi, scozzesi ed Irlandesi del nord, saranno chiamate a decidere non solo sul overno del Paese ma anche sul destino della Brexit.

La speranza del Premier Johnson è quella di ottenere una grande maggiornaza, in modo da superare lo stallo parlamentare, che da tempo gli impedisce di dare il via libera all’accordo con la UE sulla Brexit. Infatti tale accordo scade il 31 gennaio, e quindi rimane pochissimo tempo.

Dall’altra parte però, sembra scontata una vittoria di Johnson, visto che Corbyn dai sondaggi sembra essere spacciato. L’unica sua speranza, sarebbe creare una coalizione per poi rinegoziare in termini maggiormente “europeisti” l’intesa per la Brexit, per infine andare ad un nuovo referendum.

Vedremo stasera se i sondaggi daranno ragione a Johnson, o se i seggi elettorali ci riserveranno una grande sorpresa.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Politica Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui