Ancelotti-Napoli, lettera d’addio commovente (Foto)

0

Commovente lettera d’addio di Katia Ancelotti, figlia di Carlo, alla città di Napoli: le bellissime parole

Ormai è ben noto che ieri sera, al termine del match contro il Genk, Carlo Ancelotti sia stato sollevato dall’incarico con il Napoli. Quest’oggi si sono susseguiti in rapida successione i saluti dei calciatori al tecnico, ma anche le lettere di addio da parte dello staff e dei familiari alla città ed all’ambiente. Tra questi, Katia Ancelotti, figlia di Carlo e moglie di Mino Fulco (ex nutrizionista del club), che ha scritto una lunga lettera che ha commosso tutti.

Katia Ancelotti, le dolci parole dedicate a Napoli

Questo il bellissimo messaggio che ha ricevuto subito migliaia di like da parte dei napoletani, anche non tifosi, che non possono essere che orgogliosi di sentire quella che sembra una vera e propria poesia per la città.

“Napoli é una mamma che ti accoglie, un sole che ti scalda, una canzone che ti accompagna, un abbraccio che ti consola.
Napoli é dolce come una sfogliatella, amara come il caffè che giustamente qui si beve senza zucchero. É un cuore grande, quello della sua gente, la faccia del signore all’angolo che vende i taralli, bruciata dal sole. É l’odore del mare, il profumo dei ristoranti che non chiudono mai. Napoli mi ha fatto ridere, mi ha fatto anche piangere.

Mi ha amata e mi ha girato le spalle perché qui l’amore per il calcio va aldilà di tutto. Il calcio é tutte cose. Lascio un pezzo di cuore tra la sua gente. Al parcheggio del supermercato. Alla lavanderia. Dal dentista. All’edicola. Alla segreteria dell’asilo. Al garage di sempre. Al negozio di giocattoli. Dal parrucchiere. Nel negozio in centro. Al bar della palestra. Su un taxi. Io qui ho conosciuto persone meravigliose, che sono lo specchio di questa città. Me ne vado piangendo, ma so che ogni volta che tornerò, ritroverò sempre quell’abbraccio”.

View this post on Instagram

Napoli é una mamma che ti accoglie, un sole che ti scalda, una canzone che ti accompagna, un abbraccio che ti consola. Napoli é dolce come una sfogliatella, amara come il caffè che giustamente qui si beve senza zucchero. Napoli é un cuore grande, quello della sua gente. É la faccia del signore all’angolo che vende i taralli, bruciata dal sole. É l’odore del mare, il profumo dei ristoranti che non chiudono mai. Napoli mi ha fatto ridere, mi ha fatto anche piangere. Mi ha amata e mi ha girato le spalle perché qui l’amore per il calcio va aldilà di tutto. Il calcio é tutte cose. Lascio un pezzo di cuore tra la sua gente. Al parcheggio del supermercato. Alla lavanderia. Dal dentista. All’edicola. Alla segreteria dell’asilo. Al garage di sempre. Al negozio di giocattoli. Dal parrucchiere. Nel negozio in centro. Al bar della palestra. Su un taxi. Io qui ho conosciuto persone meravigliose, che sono lo specchio di questa città. Me ne vado piangendo, ma so che ogni volta che tornerò, ritroverò sempre quell’abbraccio.

A post shared by Katia Ancelotti (@katiancl) on

LEGGI ANCHE—> Calciomercato Napoli, a gennaio un difensore ed un centrocampista

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui