Morto Davide Vannoni, l’ideatore del ‘Metodo Stamina’

0

Morto Davide Vannoni, ha ideato il controverso ‘Metodo Stamina’.

Davide Vannoni
Davide Vannoni

Nella mattinata di oggi è morto Davide Vannoni all’età di 53 anni per una malattia incurabile. L’uomo è salito agli onori della cronaca per aver ideato il ‘metodo Stamina‘ con il quale sosteneva di poter curare alcune malattie neuro degenerative tramite la somministrazione di cellule staminali. Questo trattamento non aveva alcuna validità scientifica, ma raccolse comunque molto sostegno anche grazie all’appoggio del programma Le Iene.

Molte famiglie al tempo hanno chiesto l’accesso a quel tipo di cure ed il governo ne aveva anche permesso una sperimentazione. Successivamente, una commissione del ministero della Salute ha bocciato il trattamento. Questo ha portato Vannoni a ricevere accuse come quella di associazione a delinquere che lo portò a patteggiare con reclusione per 22 mesi.

Davide Vannoni, i dettagli sul ‘Metodo Stamina’

Questo metodo, secondo l’ideatore, avrebbe potuto curare diverse malattie: dal Parkinson alla SLA, passando per l’Alzheimer. Nel 2012 Vannoni ha anche fatto domanda di brevetto presso l’ufficio degli Stati Uniti, vedendosela respinta parzialmente. Avrebbe potuto ripresentarla, ma ha scelto di non farlo.

Il metodo, in sostanza, prevedeva la conversione di cellule staminali, destinate alla generazione di tessuti ossei e adiposi, in neuroni. Il processo avveniva con l’esposizione delle cellule ad un mix di acido retinoico ed etanolo. La terapia invece consisteva nel prelevare cellule dal midollo osseo dei pazienti per poi incubarle, per un periodo variabile da 2 a 4 ore in una soluzione 18 micromolare di acido retinoico, e infine iniettarle nei pazienti.

Teniamo a precisare che Davide Vannoni non era un medico, ma un docente dell’Università Niccolò Cusano e laureato in Scienze della Comunicazione. Una volta dichiarò di aver pensato al metodo Stamina grazie ad un’esperienza personale in quanto, nel 2005, venne operato in Ucraina per una paralisi facciale grazie alle cellule staminali.

LEGGI ANCHE—> Addio a Marie Fredriksson: muore la cantante dei Roxette

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui